Ripetitore in contrada Cerro, prima vittoria: l’ufficio comunale sospende i lavori

Il responsabile dello sportello unico dell'edilizia, l'ingegnere Francesco del Greco, ha disposto la provvisoria è temporanea sospensione dell'autorizzazione che era stata adottata il 19 dicembre scorso in attesa del ricorso presentato al Tar dal comitato dei cittadini

La risposta dell’Ufficio tecnico del comune di Oratino rispetto alle proteste sollevate nei giorni scorsi dai residenti di contrada Cerro per l’installazione di un ripetitore di telefonia in prossimità del tartufo e alla posizione poi assunta ufficialmente dall’amministrazione comunale che ha deliberato anche in consiglio comunale la propria contrarietà a quella realizzazione, non è tardata ad arrivare.

Il responsabile dello sportello unico, Francesco del Greco, in una circolare ha infatti messo nero su bianco la sospensione della autorizzazione che era stata rilasciata dopo il parere positivo della commissione paesaggistica, della Soprintendenza e dell’Arpa.

Quindi dopo una serie di valutazione formalizzate peraltro dell’avvocato Massimo Romano, al fine di tutelare l’interesse pubblico, la salute pubblica, per salvaguardare il paesaggio del territorio e attesa quindi l’urgenza di adottare un provvedimento che facesse chiarezza in tal senso,  l’ingegnere Francesco del Greco ha disposto la provvisoria è temporanea sospensione dell’autorizzazione che era stata adottata il 19 dicembre scorso e che era valida fino al 31 marzo prossimo.

Contro il provvedimento tuttavia, gli interessati possono proporre entro 60 giorni  – decorrenti dalla data della notifica dell’atto il ricorso giurisdizionale – al tribunale amministrativo del Molise oppure entro 120 giorni un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.