Puzza di gasolio vicino corso Garibaldi, scatta l’allarme. Indagini in corso

Gli investigatori stanno cercando di vederci chiaro e hanno avviato gli accertamenti per individuare le origini dello sversamento stesso e gli eventuali responsabili. 

“Venite, c’è puzza di gasolio”. L’allarme è scattato intorno alle 10.30 di oggi, 7 gennaio, quando è stato richiesto l’intervento dei vigili del fuoco a Bojano in corso Garibaldi, nei pressi della chiesa del Purgatorio. 

Gli uomini del 115 sono stati allertati per verificare la presenza di sostanze potenzialmente inquinanti: forse gasolio o benzina, come sembrava inizialmente. E la richiesta di intervento delle squadre di soccorso è arrivata al centralino del Comando provinciale proprio a causa del forte odore di combustibile che aveva suscitato apprensione tra alcuni cittadini, preoccupati di possibili incidenti che si sarebbero potuti verificare nella zona. Inspiegabile quello che stava accadendo dal momento che nelle vicinanze non ci sono distributori di benzina.

Sul posto anche una squadra dei vigili urbani di Bojano.

Dalle prime ricostruzioni sembra che si sia trattato di uno sversamento di combustibile. Ipotesi su cui gli investigatori stanno cercando di vederci chiaro: gli uomini del 115 hanno avviato gli accertamenti del caso per individuare le origini dello sversamento stesso e gli eventuali responsabili. 

La situazione è tornata alla normalità nel giro di qualche ora, dopo che è stata accertata l’assenza di concentrazioni di sostante pericolose per la popolazione grazie alle verifiche dei pompieri che hanno utilizzato particolari strumentazioni in dotazione.