Palaltrisport, qualcosa si muove. Ripresi i lavori, ma per l’opera completa ci vorranno mesi

Dopo mesi di stop, il cantiere di viale Pertini è tornato in funzione con la realizzazione della struttura di cemento che fungerà da spogliatoio. I tempi per l’ultimazione non dovrebbero essere brevi

Più informazioni su

Qualcosa si muove, finalmente. Dopo mesi di interruzione, il cantiere di viale Pertini dove sorge il cosiddetto PalAltrisport ha ripreso a funzionare, coi lavori che la ditta Del Re Costruzioni deve ultimare come compensazione per precedenti concessioni edilizie, così come stabilito da un accordo con l’Amministrazione Sbrocca.

Era stata proprio la passata Amministrazione a far avviare i lavori ad altre due società edili, sempre col medesimo tipo di accordo. Così in poche settimane erano stati sistemati dalle aziende Blu Costruzioni e Tecnoliam la parte superiore e il tendone a copertura, dando al futuro palazzetto delle sembianze strane, tanto da essere subito soprannominato ‘l’Astronave’.

Palaltrisport 2020

Era giugno quando il cantiere si è bloccato, dando modo quindi alla vegetazione e alla sporcizia di circondare l’area cantiere, lasciando il degrado a fare da padrone. Il Comune, dopo l’insediamento della Giunta Roberti, ha dovuto intimare alla ditta Del Re Costruzioni, con una lettera di sollecito, di adoperarsi entro i termini oppure avrebbe dovuto pagare una penale.

Finalmente nelle ultime settimane qualcosa è stato fatto e in particolare, sotto la supervisione del direttore dei lavori, l’architetto Francesco Paolo Avellino del settore Lavori Pubblici di Termoli, gli operai hanno realizzato una struttura di cemento armato sul lato che guarda verso il centro cittadino. Si tratta della costruzione che ospiterà gli spogliatoi.

Palaltrisport 2020

La struttura andrà completata e rifinita, prima di passare alla chiusura perimetrale del palazzetto, con porte e infissi e alla sistemazione della pavimentazione adatta agli sport. I tempi non si preannunciano brevi e dati i forti ritardi accumulati, si può prevedere che si arrivi all’inaugurazione nell’arco di qualche mese, forse prima dell’estate.

Il futuro palazzetto dovrà ospitare sport che solitamente hanno meno spazi a disposizione, quali ginnastica, danza, boxe, arti marziali, scherma e altre discipline.

Più informazioni su