Travolta e uccisa da un’auto, autopsia non necessaria. Conducente negativa all’alcol test, è indagata per omicidio stradale

Nel pomeriggio ispezione cadaverica sulla 70enne Michelina Delle Vergini, travolta all’incrocio fra viale Padre Pio e viale San Francesco. La donna che l’ha investita, una 40enne di Termoli, indagata per omicidio stradale

Non si farà l’autopsia sulla 70enne Michelina Delle Vergini, investita e uccisa da una Ford Focus C-Max che l’ha travolta questa mattina 3 gennaio all’incrocio fra viale Padre Pio e viale San Francesco. La dinamica era infatti già abbastanza chiara, così nel pomeriggio il medico legale di Foggia ha eseguito l’ispezione cadaverica su decisione della pm di Larino, Marianna Meo. Intanto è stata aperta una inchiesta per omicidio stradale che vede indagata la donna al volante dell’auto.

L’incidente è avvenuto attorno alle 9,15 in prossimità delle strisce pedonali di fronte alla pizzeria ‘La Gioconda’, a due passi dall’ospedale San Timoteo. Stando alla versione fornita  dal legale difensore Pino Sciarretta, la conducente alla guida della Focus C-Max sarebbe stata accecata dal sole a quell’ora del mattino e per questo non avrebbe visto la 70enne attraversare.

Sarà la ricostruzione a cura dei periti a chiarire se le cose sono realmente andate così. Per il momento la Procura della Repubblica di Larino ha aperto un’indagine per omicidio stradale a carico della donna, una termolese di circa 40 anni. La donna è stata sottoposta ai test sull’assunzione di droga e alcol ma è risultata negativa.

La Polizia Municipale di Termoli ha ricostruito l’accaduto e la dinamica è parsa subito piuttosto chiara. La 70enne è stata colpita mentre attraversava, urtando sul lato guidatore e venendo sbalzata in aria per poi ricadere sull’asfalto in maniera violenta.

La signora ha riportato varie lesioni, al torace e all’addome, ma la più grave di tutte a livello encefalico, battendo la testa dopo essere stata urtata. Quando è arrivata in ospedale era già in coma ma è morta qualche ora più tardi.