Moglie e marito prima si ubriacano, poi si picchiano e lui la minaccia col fucile

I militari della Compagnia di Bojano sono dovuti intervenire a causa di una segnalazione al 112. Durante il controllo hanno scoperto anche che l’uomo deteneva una carabina e hanno provveduto quindi al sequestro dell’arma e delle munizioni

Colpa dell’alcol che in un attimo può essere la causa principale finanche di violente liti in famiglia.

Come è accaduto in una contrada di Bojano dove i carabinieri sono stati costretti ad intervenire per sedare una lite furiosa tra moglie e marito.

Allertati al centralino, i militari sono intervenuti a casa dei due coniugi dove il litigio era già degenerato causando all’uomo una prognosi minima, mentre alla sono state diagnosticate contusioni guaribili in tre giorni.

Nella circostanza però, atteso che gli animi erano particolarmente agitati, tenuto conto di alcune minacce proferite dall’uomo e che lo stesso aveva con se una carabina, ricorrendone i presupposti normativi i carabinieri hanno proceduto all’ immediato ritiro dell’arma e a quello del relativo munizionamento. L’uomo è stato poi deferito all’autorità giudiziaria di Campobasso.