Si apre voragine, bloccata via Roma. Mezzo paese rischia di restare senz’acqua foto

L'enorme voragine si è aperta in via Roma, creando seri problemi a buona parte del paese e alla circolazione. Chiesto intervento urgente alle Istituzioni

Un’enorme voragine in via Roma, in pieno centro. A Montecilfone i problemi con l’acqua pare non debbano finire mai dopo il danno provocato al serbatoio dal terremoto dell’agosto 2018.

serbatoio acqua montecilfone

L’ultimo in ordine di tempo è quello, particolarmente grave, della voragine che si è aperta in via Roma, la via centrale del paese. Un buco causato dalla rottura di reti idriche che si verificano con particolare insistenza da quando il serbatoio comunale è stato dichiarato inagibile. “L’acqua arriva direttamente, la pressione non è costante e una rottura può significare che mezzo paese resta a secco”, spiega il primo cittadino Giorgio Manes.

Voragine montecilfone

La voragine, che copre buona parte di via Roma e che il sindaco dice di essere di circa 7-8 metri quadrati, costituisce un pericolo per l’incolumità, oltretutto, e ha già creato problemi notevoli alla circolazione. Il tratto è naturalmente stato interdetto sia ai pedoni che alle auto e  ai pullman che ora dovranno fare un percorso alternativo.

Voragine montecilfone

Chiesto l’immediato intervento delle Istituzioni e di Molise Acque. Tutta l’area, dopo lo squarcio di giovedì, è rimasta senz’acqua ma “abbiamo provveduto con attacchi provvisori”. Una soluzione-tampone, giocoforza temporanea. “Ho scritto subito, giovedì stesso, al presidente della Regione Toma, alla Protezione Civile e a Molise Acque”. Il sindaco ha chiesto un sopralluogo urgente da parte dei tecnici per ripristinare in tempi celeri la situazione, anche perché lì dove la voragine si è aperta ci sono diversi sottoservizi. Finora, però, non c’è stata alcuna risposta.