La strada panoramica dei sogni attorno al Lago di Guardialfiera, ci sono 6 milioni di euro

La Giunta regionale ha approvato lo stanziamento di 6 milioni e 450mila euro per la circumlacuale, una strada panoramica che costeggerà il Lago di Guardialfiera. Obiettivo? Il rilancio e la valorizzazione turistica del gioiello naturalistico del Basso Molise. Soddisfatti i sindaci della zona

Quasi 6 milioni e mezzo di euro per il rilancio turistico di quel gioiello naturalistico del Lago di Guardialfiera.

È stato adottato dalla Giunta della Regione Molise, nel corso dell’ultima seduta, un importante e sostanzioso intervento economico per valorizzare da un punto di vista turistico il Lago de ‘Le terre del Sacramento’ narrate dallo scrittore Francesco Jovine. Si prevede infatti l’attivazione di 6 milioni e 450mila euro – risorse del Fondo sviluppo e coesione 2014-2020 – destinati al ripristino funzionale della percorribilità circumlacuale e alla valorizzazione delle risorse naturalistiche.

Una strada panoramica, denominata circumlacuale appunto, che costeggerà il lago bassomolisano e in particolare girerà attorno a Guardialfiera, avrà una parte panoramica nel territorio di Casacalenda e un’altra parte si ricollegherà con Palata e Lupara, oltre che Larino. Il progetto iniziale prevedeva l’utilizzo dei fondi inutilizzati per il lago di Occhito, spiegano i sindaci del territorio interessato. Da parte loro l’entusiasmo è forte e i ringraziamenti vanno al Presidente Toma che “ha avuto la capacità di trovare fondi e convincere la Giunta con velocità inaudita”. L’ impegno dei sindaci è ora quello di procedere agli appalti per l’opera entro il 2020.

“Abbiamo condiviso – spiega il presidente Toma – la valenza del progetto proposto dal raggruppamento costituito dai Comuni di Guardialfiera, capofila, Larino, Casacalenda, Lupara e Palata. La circumlacuale permetterà di ottimizzare le potenzialità del lago in modo del tutto innovativo rispetto al passato. Sarà possibile girarvi intorno, godere di paesaggi mozzafiato, immergersi in contesti naturali di rara bellezza”.

Così, a distanza di anni, torna alla carica un progetto di rilancio per il lago molisano. Nel 2008, tanto per rinfrescare la memoria, fu l’allora Governatore Iorio insieme all’assessore Vitagliano a proporre – di concerto coi sindaci della zona – un accordo per rilanciare i laghi degli invasi di Chiauci, Occhito e Guardialfiera. E per quest’ultima località l’idea era di farne un polo sportivo. Nulla di tutto ciò si realizzò mai.

Toma ora ci riprova: “Dal ripristino della strada – aggiunge – ci aspettiamo, ovviamente, ricadute positive  in termini di investimenti attraverso la realizzazione di percorsi, strutture ricettive e di ristorazione, impianti sportivi e quant’altro. Insomma, abbiamo gettato le basi per un rilancio turistico dell’intera area che gravita intorno al lago e per la creazione di nuove opportunità lavorative”.

La sindaca di Casacalenda, Sabrina Lallitto, in un post facebook esprime tutta la propria gioia per quello che reputa un grandissimo progetto e un sogno che diventa realtà. “Oltre 6 milioni di euro di investimento per una strada che permetterà di vivere il lago come mai prima d’ora. Una opportunità per tantissimi giovani, per le imprese, per le cooperative… Per tutti! Per oltre 7 chilometri quella strada è nel territorio di Casacalenda. A noi è toccata la parte più bella! Una vista spettacolare per un giro panoramico come pochi. Prezioso. Sarà il volano per chi vorrà investire nel turismo sul lago e valorizzare il nostro comune. Percorsi, attività sportive, ricettività, ristorazione, storia, cultura, arte, natura. Il primo grande regalo che la mia amministrazione fa al nostro paese e a questo territorio”. E conclude: “È davvero il momento di pensare in grande”. Per il lago di Guardialfiera e per il Molise intero. Che sia la volta buona.