Il Campobasso si tuffa nel 2020: caccia aperta alla sestina di vittorie

A Selvapiana di scena la sfida all’Avezzano, formazione che lotta per la salvezza e che nel mercato di riparazione ha cambiato molto. Tra le fila rossoblù assente per infortunio il terzino Fabriani: al suo posto un paio di ipotesi al vaglio di mister Cudini che potrebbe puntare di nuovo su Pistillo. Obiettivo, proseguire la striscia vincente portata avanti nel vecchio anno.

Nuovo anno, vecchie abitudini. Almeno così sperano i tifosi del Campobasso che domani, 5 gennaio, vogliono continuare a vincere. In effetti, la squadra di Mirko Cudini arriva da cinque vittorie di fila, sette nelle ultime nove partite, e non hanno nessuna voglia di fermarsi. Anzi, si punta alla sestina per continuare a mettere pressione alla capolista Notaresco, prossima avversaria. A 12 punti dalla vetta viene difficile pensare al primo posto, ma gli scenari nel calcio possono cambiare all’improvviso. E per questo bisogna farsi trovare pronti.

 

A Selvapiana è di scena la sfida all’Avezzano. Gli abruzzesi hanno richiamato in panchina Antonio Mecomonaco e rivoluzionato l’organico nel mercato dicembrino. Soprattutto in attacco, dove sono arrivati ben quattro elementi. Spiccano Agate dall’Agropoli e Masini, ex centravanti anche di serie C oggi 37enne. Match dunque da prendere con le dovute precauzioni per portare in saccoccia altri tre punti.

 

Bisognerà rinunciare sicuramente al terzino destro Cristian Fabriani, out per un problema al flessore. Ne avrà per alcune settimane. Al suo posto dovrebbe essere schierato Pistillo, oppure Menna, con il susseguente spostamento dell’under molisano al centro con Dalmazzi. Per il resto, l’undici sarà quello collaudato, con il ballottaggio tra i pali tra Natale e Raccichini.

 

All’andata i rossoblù conquistarono il primo successo, al debutto, grazie al bel gol realizzato da Brenci su assist di Alessandro. Un’affermazione che forse illuse la piazza che poi si ritrovò a dover convivere per larghi tratti con una squadra dai risultati molto altalenanti. L’incontro sarà diretto dal signor Giuseppe Rispoli della sezione arbitrale di Locri.     FdS

 

Foto Maurizio Silla