I primi nati in Molise nei reparti a rischio chiusura di Isernia e Termoli

Il primo nato dell’anno in Molise è Leonardo, venuto alla luce all’ospedale di Isernia pochi minuti dopo la mezzanotte. Poi è stata la volta di Divine, splendida bambina di genitori nigeriani che è nata a Termoli poco dopo le 3 di stanotte, 1 gennaio 2020.

Due bambini, un maschietto e una femminuccia, nati proprio in quei reparti a rischio chiusura nella sanità molisana che verrà e per colpa di alcuni requisiti mancanti, in particolare il numero dei parti l’anno. Ironia della sorte, forse, sicuramente un bellissimo segno: delle vite che nascono in quello che è un territorio dove si nasce sempre meno.

A Termoli sono già due i nati, anzi le nate, del giorno di Capodanno perché, dopo Divine (in foto con la neomamma), è venuta al mondo anche Diletta, i cui genitori sono di Petacciato. Uno specchio della situazione che viviamo, un importante segnale ‘multiculturale’. La madre di Divine è Happy, una ragazza nigeriana che vive dal 2016 nel centro di prima accoglienza ‘Le Dune’ di Petacciato. Siamo stati a trovarla in reparto, sta bene dopo quello che è stato il suo primo parto. Felicissimi anche gli operatori e la mediatrice culturale che erano lì a farle compagnia.

Soddisfatto anche il primario del reparto termolese, il dottor Bernardino Molinari. Due nascite il 1 gennaio non possono che essere benauguranti.