Hidro Sport ‘incerottata’ a San Salvo. Ma i risultati sono buoni

Daniel Agostini e Benedetta Sangregorio timbrano il “pass” per gli italiani. Primo posto a soli 20 punti nonostante le tante assenze.

La piscina di San Salvo è stata teatro di un’edizione straordinaria ed al contempo anomala per la società molisana della Hidro Sport, costretta a far fronte ad una vera e propria “ecatombe” di atleti messi fuori gioco dal virus influenzale che ha precluso la partecipazione a ben 12 di loro.

Nonostante queste inattese e sfortunate premesse, l’epilogo ha ribadito ancora una volta quanto il valore tecnico di tutto il roster giallo-blu sia di assoluto valore, basti pensare che, pur con un deficit numerico così importante, la società si sia piazzata al secondo posto della classifica generale ad appena 20 punti di distacco dal successo pieno.

Mattatori indiscussi il giovane Daniel Agostini, classe 2006, in gran spolvero sul dorso dove ha ottenuto la qualificazione per gli italiani sia nei 100 (1’02”77 poi ulteriormente ritoccato in finale a 1’02”73) che nella doppia distanza coperta in 2’14”35 e Benedetta Sangregorio capace di regalarsi la gioia del tempo limite sui 200 dorso nuotati in 2’20”98.

Sulla scia di queste prestazioni e motivati a colmare l’handicap delle defezioni dei compagni, ogni atleta giallo-blu presente è riuscito a tirare fuori quel qualcosa in più, sintomatico di un senso di appartenenza che stimola i ragazzi a superarsi ed aggregarsi ancora di più nei momenti di difficoltà.

Molteplici i primati personali ottenuti in vasca, a cominciare da Ermanno Tedeschi che si migliora largamente nella finale dei 100 SL e con 54”57 ottiene vittoria e consistente avvicinamento al tempo limite richiesto (54”29) dopo aver ottenuto il successo nei 200 SL (2’02”74); bene anche Marco Gallesi che polverizza il suo primato personale sui 100 farfalla fissandolo a 56”23 e conquista l’argento mentre è d’oro il suo 23”50 con cui regola tutti sui 50 SL.

Altra prestazione da sottolineare quella di Alisia D’agnone, in ripresa dopo un inizio di stagione complicato, che timbra il suo personale sui 100 SL in 1’00”80 dove ottiene l’argento e colleziona l’oro sui 200 SL (2’12”59) ed altri 2 argenti nei 50 e 400 SL; molto positivo il contributo di Andrei Iannantuono oro sui 200 mx e argento sui 200 farfalla; fiorella Colanzi ottiene 3 argenti nei 100 e 200 farfalla e nei 400 misti; Francesco Gatti si aggiudica i 200 dorso con un eccellente 2’10”57, è d’argento sui 50 (27”98) e di bronzo sui 50 rana (31”58); Emanuele Perlino conquista l’argento sui 200 SL (1’55”35) e 3 bronzi su 50-100 Sl e 200 misti; Giorgia Picciano (febbricitante anche lei) vince i 50 dorso ed è argento sui 200; Giovanni Oriente colleziona 2 argenti nei 200 SL e nei 400 misti dove ottiene anche il personale.

Doppio argento per Patrick Comodo nei 400 SL e 400 misti; Chiara Testa è seconda nei 100 dorso così come Francesco Abbruzzese nei 200 SL, Federico Del Zingaro nei 200 rana, Chiara Oriente ed Arturo Spina nei 200 misti , Giuseppe Borrelli nei 200 farfalla; completano il bottino di podi anche Dario Castagna sui 200 farfalla, Christian Mancini sui 50 farfalla, Emanuele Iannone sui 400 misti, Nicola Del papa sui 200 misti, Alisia Ricciardella sui 200 rana, Ivan Borrelli nei 50 SL, Sofia Pallante nei 200 dorso, Emilio Orlando nei 200 SL, Elisa Petti nei 400 misti, 2 bronzi a testa per Luca Giuliano nei 50 e 200 dorso e per Andrea Staniscia nei 50 e 100 farfalla.

“Giornata tutto sommato positiva per noi – il commento di Toni Oriente – il rammarico per non aver potuto lottare con tutti gli effettivi per provare a rinnovare la tradizione che ci ha visti vincere più volte la classifica finale di questo ben organizzato meeting, è stata mitigata dalle ottime performances dei presenti che hanno raccolto la gioia di migliorare i propri primati personali e, in ben 2 casi, ottenere la qualificazione per i campionati giovanili, dove ad oggi, con orgoglio, vantiamo già ben 6 qualificati nelle gare individuali”.