Hidro Sport in ascesa: Perlino ottiene il pass per i Campionati Italiani

Seconda tappa di Coppa Tokyo, valida come prova tempi per le categorie Ragazzi, Juniores, Cadetti e Seniores, che si è svolta a Campodipietra.

La seconda tappa di Coppa Tokyo, valida come prova tempi per gli atleti delle categorie Ragazzi, Juniores, Cadetti e Seniores, svoltasi nella piscina di Campodipietra, conferma l’importante crescita del gruppo giallo-blu, protagonista ancora una volta di prove entusiasmanti e ricche di valore tecnico e cronometrico.

 

Principale protagonista di questa tappa è stato certamente Emanuele Perlino, classe 2003, ritornato ad altissimi livelli nello stile libero in cui ottiene il “pass” per i prossimi campionati italiani di Riccione nei 100 e nei 200 SL con 51”87 e 1’54”06, mancando il tris per appena 9 centesimi nei 50 SL (24”15) e chiude la sua brillante giornata anche con il primato personale nei 100 Mx percorsi in 1’01”07.

 

Ma non si sono limitate a questo le prestazioni dei giallo-blu, che hanno impresso una forte accelerazione alle proprie capacità in questa prima gara del nuovo anno: sono stati infatti avvicinati sensibilmente altri 4 tempi limite federali grazie a Daniel Agostini, fermatosi ad appena 13 centesimi dalla barriera dei 100 dorso nuotati in 1’02”98, così come nella doppia distanza conclusa in 2’16”27, entrambi di gran lunga primati personali; Antonio Iacovelli si migliora ancora nei 100 farfalla e con 59”67 si avvicina ancor di più al limite richiesto (59”48); Federica Caruso, dopo aver ribadito le sue ottime doti nei 50 e 100 rana in cui si è già qualificata, sfiora il “pass” nei 200 con 2’35”96 e ci va vicinissima anche nei 50 farfalla con il primato assoluto di 28”60.

 

I primati abbattuti in questa competizione sono stati davvero molti, segno di un percorso tecnico che sta definendo i contorni di una crescita cospicua sull’intero gruppo dei “categoria”, sintomo di un pregevole lavoro di programmazione e di continua evoluzione che l’intero staff tecnico propone ogni giorno sugli impianti in cui opera la Hidro Sport.

 

Menzioni speciali le meritano senz’altro  le prestazioni di Giovanni Oriente nei 200 e 400 SL in cui timbra i personali con 2’04”69 e 4’20”51; quelle di Ermanno Tedeschi nei 50 e 100 SL (25”92-55”98); di Alisia D’agnone nei 50 e 200 SL (28”89-2’11”80); Elisa Petti nei 400 SL (4’52”07 p.p.); Benedetta Sangregorio nei 50-100 e 200 dorso (30”85-1’05”89-2’22”68).

 

In definitiva è stato un test molto positivo – queste le parole del presidente Toni Oriente – in una fase della stagione in cui si è approfittato del periodo natalizio per aumentare i carichi di lavoro, è confortante vedere i nostri atleti riuscire a fornire prestazioni in grado di migliorare i loro record personali ed avvicinarsi sensibilmente agli obiettivi stagionali che con ognuno di loro ci siamo prefissati”.

 

Con questo appuntamento si entra così nel vivo della stagione indoor che culminerà con la disputa dei Campionati Italiani Giovanili di Riccione del prossimo mese di aprile e vari saranno gli appuntamenti che vedranno impegnati i giallo-blu sia in ambito regionale che nazionale, con il chiaro intento di continuare su questo incoraggiante percorso che sta confermando l’ottimo lavoro fin qui svolto e che, è auspicabile, metta nella condizione anche altri atleti, oltre ai 4 già qualificati, di giocarsi le proprie carte per sbarcare verso i lidi delle coste romagnole.