Gli studenti mettono in scena l’inferno sulla terra. Grandi assenti le autorità foto

“Oggi 50 delegazioni di tutto il mondo, 3.000 invitati, 1.000 giornalisti di ogni parte della nostra terrà, renderanno omaggio a tutti coloro che hanno vissuto o sopravvissuto all’inferno sulla terra”. Oggi ci sarà la più grande commemorazione nella storia, dopo 75 anni dalla liberazione del campo di concentramento tedesco, proprio ad Auschwitz (in polacco Oświęcim).

Anche gli studenti termolesi hanno ricordato gli orrori della Shoah. In occasione della Giornata della Memoria, sotto l’egida dell’Ufficio del Consiglio d’Europa e con il patrocinio del Comune di Termoli, si è svolto 24 e 25  gennaio, presso il Cinema Sant’Antonio,  l’evento organizzato dalla associazione socio-culturale italo-polacca “Apolonia”.

giorno della memoria apolonia

Luisella Pavan-Woolfe, direttrice del Consiglio d’Europa con la lettera del 22 gennaio 2020 scrive: “Gentile Presidente Dagmara Sobolewska, ho appreso con piacere che l’attività da Lei coordinata in occasione delle commemorazioni della Giornata della Memoria accoglierà ben 500 studenti. Solo l’impegno di portare avanti un processo educativo senza fine può evitare il ripetersi di tali orrori, aiutando così gli alunni ad apprendere e a conoscere i fatti – e le loro cause – di questo periodo più buio della storia d’Europa…”

“Ringrazio personalmente e come presidente dell’Associazione Apolonia tutti coloro che hanno avuto la possibilità di condividere l’evento ed alla riflessione sulla attuale situazione storico-sociale. Termoli aveva l’opportunità di commemorare la giornata in ben 3 appuntamenti. Con grande compostezza e struggente silenzio gli studenti hanno partecipato all’evento.

giorno della memoria apolonia

Un vivo ringraziamento ai dirigenti e rispettivo corpo docenti delle scuole molisane, che hanno dimostrato la sensibilità ed il dovere verso gli studenti e le famiglie. Un profondo senso alla vita e alla partecipazione collettività per diffondere la dignità e valori umani”, ha commentato la presidente di ‘Apolonia’.

giorno della memoria apolonia

 “La manifestazione è stata una viva lezione di storia per la formazione e la crescita del capitale umano. Il nostro impegno nel portare nelle scuole molisane, ai genitori, alle famiglie un momento di riflessione e di dibattito autentico su un passato terribile che non bisogna dimenticare, proprio perché non deve mai ripetersi una simile tragedia. Abbiamo un obbligo verso i nostri figli, loro non sono responsabili delle nostre azioni”.

In tutti e tre gli incontri la prima fila della sala è stata riservata per le autorità locali, invitata per tempo. Purtroppo, constata la organizzatrice, la fila è rimasta vuota.