Quantcast

Dal pronto soccorso veterinario alle sterilizzazioni: ecco le misure per i randagi

Il capogruppo pentastellato in Consiglio regionale Andrea Greco in conferenza stampa: "Ora tocca alla Giunta regionale trovare i soldi per attuare questa misura di civiltà"

In Molise ci sono 25mila animali randagi che sono assistiti dai volontari e dalle associazioni che se ne prendono cura investendo tempo e denaro. Ora dovrà pensarci la Regione finanziando le misure previste nella mozione presentata dal Movimento 5 Stelle e approvata dal Consiglio regionale.

Il Molise compie un passo in avanti sulla strada della civiltà“, il commento soddisfatto del capogruppo Andrea Greco che ieri mattina – 15 gennaio – ha convocato la stampa per illustrare gli obiettivi della mozione. “Finalmente potremo dare una risposta concreta ai tanti angeli che si prodigano sul territorio, investendo il proprio tempo e denaro, per sopperire all’indifferenza delle istituzioni”.

All’incontro con i giornalisti anche i rappresentanti della Leidaa di Campobasso, dell’Oipa di Campobasso e Termoli, dell’Enpa di Isernia, dell’Earth Molise e i soci di altre associazioni attive nei comuni molisani, le guardie zoofile e alcuni operatori del Sistema sanitario nazionale, che pure si sono spesi nella tutela degli animali. “Vogliamo ringraziarli tutti, perché hanno fornito un enorme contributo alla collettività e perché hanno collaborato con noi alla stesura dell’atto, approvato durante l’ultimo Consiglio regionale”.

A detta del Movimento 5 Stelle, dopo l’approvazione della mozione, la Giunta dovrà predisporre gli atti necessari a perseguire le azioni individuate: istituire un Pronto soccorso veterinario e un’Unità operativa per la lotta al randagismo, oltre a rinnovare il Piano triennale di Prevenzione con risorse adeguate.

Tra le misure che il governo Toma dovrà attuare c’è anche il controllo delle nascite con campagne di sterilizzazione, il potenziamento dell’anagrafe canina e della vigilanza, la corretta gestione dei canili e delle adozioni.

“Durante l’ultimo Consiglio – le parole di Andrea Greco – abbiamo anche discusso della possibilità di istituire un ticket sanitario per le prestazioni veterinarie, in modo da consentire ai cittadini di sterilizzare i propri animali d’affezione ad un costo contenuto. Vogliamo rimarcare, tra gli impegni assunti in Consiglio, l’importanza cruciale che assume l’istituzione di un Pronto soccorso veterinario, perché ad oggi chiunque trovi un randagio ferito non sa oggettivamente a chi rivolgersi, né ci sono strutture idonee per far fronte alle emergenze. Altri punti fondamentali, da trattare tempestivamente, sono quelli inerenti le campagne d’informazione di sterilizzazione: sono infatti gli strumenti più efficaci per pervenire alla soluzione dell’annoso problema, come sottolineato più volte anche questa mattina dagli stessi rappresentanti delle associazioni di categoria. Ma il nostro impegno non finisce qui: dal canto nostro vigileremo affinché venga effettivamente rispettato quanto indicato non solo dal MoVimento 5 Stelle, ma soprattutto da associazioni e volontari. Come detto, è con loro che abbiamo condiviso il nostro atto, passo passo. Perché crediamo fermamente che solo chi vive il problema e lo conosce a fondo possa sapere come affrontarlo. La politica ha perciò il dovere di ascoltare, per poi agire con provvedimenti mirati e il più possibile efficaci. Infine, faremo pressione sulla maggioranza affinché apposti le risorse economiche necessarie all’adozione del piano fin qui delineato, già a partire dalla prossima sessione di bilancio”.