Codice etico per minori ricoverati in ospedale, la Garante del Molise a Bari

Si tratta di un documento perché il minore ha diritto a un’assistenza puntuale, mediante una rete organizzativa che integri strutture sanitarie e figure professionali diverse, definendo percorsi assistenziali condivisi e attivando forme di supporto economico-sociale, linguistico-culturale ed educazionale che facciano fronte alle necessità fisiche, emotive, psichiche e logistiche sue e della sua famiglia

A Bari i lavori dell’assemblea dei Garanti dei Minori, che si concluderanno oggi, 23 gennaio, con la presentazione del “Codice etico e comportamentale per i minori in condizioni di ricovero ospedaliero o beneficiari di cure domiciliari degli operatori sanitari nella strutture ospedaliere e servizi sanitari territoriali”.

Presenti dodici Garanti regionali tra i quali quello del Molise, Leontina Lanciano che spiega: “Si tratta di un confronto tra  Garanti, dal quale verranno fuori i risultati per la redazione di un documento di attuazione del Codice che fissa i criteri etici in materia, per condividere valori e principi fondamentali e non negoziabili”.

L’assemblea è stata convocata dal Garante per i diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Puglia, Ludovico Abbaticchio.

“E’ un documento importante – interviene Leontina Lanciano – perché il minore ha diritto a un’assistenza puntuale, mediante una rete organizzativa che integri strutture sanitarie e figure professionali diverse, definendo percorsi assistenziali condivisi e attivando – come ha spiegato dettagliatamente il mio collega Abbaticchio – forme di supporto economico-sociale, linguistico-culturale ed educazionale che facciano fronte alle necessità fisiche, emotive, psichiche e logistiche sue e della sua famiglia. Il minore deve essere ricoverato solo nel caso in cui le cure necessarie non si possano efficacemente prestare a domicilio o in ambulatorio, day-hospital o day surgery, favorendo percorsi di cura che prevedano la deospedalizzazione”.

“Quello di Bari – prosegue Leontina Lanciano – è il primo incontro organizzato per dare risonanza all’iniziativa. In seguito – conclude – il documento verrà calato nella realtà delle singole Regioni, compreso il nostro Molise”.