Chaminade, brusco stop: l’Ostuni impone il 4-3 nella ripresa

Ultimi cinque minuti fatali per i padroni di casa che in un solo colpo perdono anche la vetta della classifica. Si apre adesso la settimana di avvicinamento al derby di ritorno in casa dello Sporting Venafro.

Più informazioni su

Sconfitta inaspettata della Chaminade contro l’Olympique Ostuni. Ultimi cinque minuti fatali per i padroni di casa che in un solo colpo perdono anche la vetta della classifica. Tavone in distinta senza il capitano Oriente e l’universale Paulinho vittime di un affaticamento muscolare, lo staff medico ha preferito non rischiarli. Corner di Zigrini tiro al volo di Salamida Wiegels chiede lo specchio. La Chami si fa pericolo con una triangolazione Pescolla – Cancio il tiro dello spagnolo viene mandato in corner.

Sull’azione seguente Caramia è pronto sulla conclusione di Cancio ma non può nulla sulla ribattuta di Pescolla, 1-0 per i molisani. Vaino subentrato a Pescolla si trova la palla dell’immediato raddoppio, troppo angolata la sua conclusione. L’Ostuni pareggia i conti qualche minuto più tardi palla persa da Gomez recupera Castellana che con un diagonale fa 1-1. Ospiti pericolosi ancora con un diagonale questa volta di Zigrino che trova pronto il portiere dei rossoblù.

La risposta della Chami è con una gran conclusione di Caddeo che Caramia devia. I padroni di casa alzano i ritmi alla ricerca del pareggio: corner veloce di Cancio per il tiro a giro di Pescolla che porta di nuovo in vantaggio i suoi. Importanti i goal quanto le parate di Wiegels che smorza il tiro di Schiavone e salva il 2-1.  L’Ostuni non molla Fiorentino fa tremare il palo, sfortunato il capitano dei pugliesi. A un minuto dall’intervallo Cancio supera due avversari serve Gomez che sbaglia un goal fatto.

Il secondo tempo si apre con il controllo e tiro di Evangelista che si infrange sull’incrocio. Vaino prima e Gonzalez trovano il numero uno dell’Ostuni pronto. Lo stesso fa Wiegels su Castellana. Il portiere tedesco non può nulla sul tiro di Schiavone servito da corner, 2-2 il parziale. La Chaminade risponde con Vaino solo davanti al portiere non trova il tempo giusto del tiro. A metà tempo i padroni di casa trovano il nuovo vantaggio: passaggio filtrante di Caddeo appoggiato in rete da Cancio.

Passarelli supera due uomini arriva al tiro Caramia gli nega la gioia. Qualche secondo più tardi Pescolla per Cancio questa volta il laterale spagnolo trova la risposta del numero uno ospite.  Non mancano le emozioni al Pala Selvapiana Wiegels commette fallo su Fiorentino ammonizione per il portiere tedesco e rigore per l’Ostuni che Salamida trasforma, 3-3 il parziale.  Mister Tavone schiera Cancio come portiere di movimento, alla prima azione offensiva l’arbitro fischia la quinta irregolarità della Chaminade: fallo di mano di Gomez  tiro libero per l’Ostuni,  Salamida spiazza Wiegels per il 4-3 Ostuni.

C’è  ancora il tempo per la traversa di Caddeo e per il fallo di mano di Pescolla che manda dal dischetto Salamida, questa volta Wiegels  para. Termina qui la gara, per la Chaminade si apre adesso la settimana di avvicinamento al derby di ritorno in casa dello Sporting Venafro.

CHAMINADE         3

OSTUNI                   4

CHAMINADE: Wiegels,  Passarelli, Gonzalez,Pescolla, Paulinho, Caddeo, Cancio, Gomez, Vaino, Evangelista, De Nisco, Mancini, La Vecchia. Allenatore: Tavone

OLYMPIQUE OSTUNI: Caramia, Zigrino, Ancona, Orlandino, Castellana, Fiorentino, Lanzilotti, Salamida, Schiavone, Calò,  Francioso, Epifani. Allenatore: Basile

ARBITRI: Lorenzo Galanti di Pescara e Roberto Galassi di Aprilia, cronometrista Luca Vasile  di Isernia

RETI: ‘3″24 – ’12″32 Pescolla 1T (CCB) , ‘6″36 Castellana 1T (O) ‘6 Schiavone 2T (O), ’11’15 Cancio 2T (CCB) , ’14″23 – ’18″30 Salamida 2T (O)

FALLI: 1 tempo 4-4:,  2 tempo 7-0

AMMONITI: amm. Schiaffone ( O) amm. Castellana (O) , amm. Zigrino (O), amm. Wiegels (CCB) , amm. Pescolla (CCB)

Più informazioni su