Cln Cus Molise, la gara di Coppa col San Giuseppe anticipata all’8 gennaio

Valida per i sedicesimi di finale della coppa Italia di A2, inizialmente prevista per mercoledì 15 gennaio, è stata anticipata in accordo tra le società.

Real San Giuseppe-Circolo La Nebbia Cus Molise, gara valida per i sedicesimi di finale della coppa Italia di serie A2, inizialmente prevista per mercoledì 15 gennaio, è stata anticipata, in accordo tra le due società, a mercoledì 8 gennaio con inizio alle ore 19 a Nocera Inferiore. L’anno si aprirà dunque con una grande sfida per la formazione di Marco Sanginario, pronta a giocare a viso aperto contro la capolista del girone B di A2, consapevole delle difficoltà che andrà ad incontrare ma anche delle proprie qualità.

 

A parlare di questo e di altro è Simone Verlengia, sicuramente tra le note più liete del 2019 in casa Circolo La Nebbia Cus Molise. Giocatore ‘fatto in casa’ giovane e con tanti margini di miglioramento, ha saputo dare il suo contributo alla causa nella scalata alla A2 e nella seconda serie nazionale si è ritagliato uno spazio importante. Il 2019, da poco andato in archivio, è stato senza ombra di dubbio anche il suo anno. Il prossimo 8 gennaio sarà però costretto a guardare i suoi compagni dalla tribuna perché appiedato per un turno dal Giudice Sportivo.

 

“Dispiace non poter essere della partita – dice – e non poter essere utile alla squadra in un match così importante e bello da giocare. Abbiamo raggiunto un traguardo importante come migliore sesta dei tre gironi e andremo ad affrontare il Real San Giuseppe con la voglia di fare il massimo e divertirci, consapevoli di trovare di fronte una squadra composta da giocatori di assoluto spessore. Dalla nostra, però punteremo sull’entusiasmo e sul gruppo, punto di forza del Circolo La Nebbia Cus Molise. Poi alla fine tireremo le somme e vedremo dove saremo riusciti ad arrivare. L’importante è  dare sempre il massimo, dal primo all’ultimo minuto”.

 

Il pensiero dell’atleta di San Martino in Pensilis va poi al 2019. “Non c’è che dire – confida Verlengia – la squadra merita un bel dieci in pagella per quello che ha fatto nel corso del 2019: è arrivata la vittoria dei playoff, oggi siamo sesti in A2, qualificati per i sedicesimi di finale della coppa Italia di categoria. Difficile fare meglio”. Risultati e prestazioni che sono frutto del lavoro e del sacrificio fatto sul campo insieme alla squadra, agli ordini di un grande staff tecnico con alle spalle una società sempre presente.

 

“Quando si riescono ad ottenere dei traguardi importanti come i nostri – confida – i meriti vanno divisi fra tutte le componenti: squadra staff e società. Ognuno nel suo ruolo ci sta mettendo tanto per riuscire a raggiungere traguardi sempre migliori. Voglio ringraziare pubblicamente mister Sanginario che mi ha dato sempre molta fiducia, la società che ha creduto in me e i compagni che mi mettono nelle condizioni migliori per rendere al massimo”. Sicuramente essere al fianco di atleti che hanno alle spalle una grande esperienza è per Verlengia uno stimolo importante.

 

“Tutti – dice – dal primo all’ultimo, sono sempre pronti a sostenermi e a consigliarmi la cosa giusta da fare – continua – in allenamento come in partita. Questo mi rende tranquillo e mi induce a migliorare giorno per giorno in modo da aiutare la squadra a raggiungere i migliori risultati possibili”. Il cammino è ancora lungo ma Verlengia ha grande fiducia nel Circolo La Nebbia Cus Molise. “Sono convinto che se continuiamo a lavorare così come stiamo facendo le soddisfazioni proseguiranno – chiosa il giocatore del Cln Cus Molise – prima di tutto però mettiamo in cassaforte la quota salvezza, poi vedremo dove riusciremo ad arrivare”.