Una scultura contro il femminicidio, Consiglio compatto per dire no alla violenza sulle donne video

Approvata all'unanimità nella seduta di lunedì 9 dicembre la mozione di Fdi la proposta di ricordare le vittime di delitti contro le donne

Termoli avrà presto una scultura con annessa targa contro il femminicidio e a ricordo di tutte le vittime di violenza sulle donne. È la decisione presa all’unanimità dal consiglio comunale nella serata di lunedì 9 dicembre al termine della seduta che ha visto fra i vari argomenti anche le discussioni sulle modifiche al regolamento per i dehors e diverse variazioni al bilancio di previsione 2019.

La proposta di realizzare una targa o una scultura per onorare la memoria delle vittime di delitti contro le donne era arrivata poche settimane fa da parte del Coordinamento cittadino i Fratelli d’Italia e ha trovato l’appoggio completo di tutte le formazioni rappresentate in consiglio comunale.

Secondo quanto riferito dal primo cittadino Francesco Roberti “questo argomento ci vede tutti convinti nel rispetto delle donne e ci siamo adoperati perché questo attestato di solidarietà si traduca in una piccola scultura che un nostro concittadino a breve ci regalerà. Una scultura che andrà in un angolo di Termoli ben visibile con una targa. Ci porterà a essere una città più moderna, per noi dovrà essere un segnale costante”. La scultura verrà realizzata gratuitamente, escluso il costo del materiale, da un cittadino che si è offerto di farla spontaneamente.

Il consigliere Alberto Montano, cofirmatario della mozione col collega di Fdi Antonio Di Brino, ha definito “importante per la nostra città un argomento così, perché i dati sono estremamente allarmanti. Dare un messaggio di questo tipo penso sia rilevante. Una targa per richiamare alla memoria le vittime di un reato così atroce è un sintomo di distinzione. Dietro questi reati c’è sempre una carenza culturale”.

Consiglio comunale Termoli 9 dicembre 19

Il consiglio comunale odierno che si era aperto con la visita dell’ inviato di Striscia la Notizia Riccardo Trombetta per un impegno con il sindaco contro i mozziconi di sigaretta gettati a terra.

Fra i momenti di maggiore tensione, la discussione su alcune variazioni al bilancio 2019 e uno in particolare riguardo a dei lavori urgenti in seguito al nubifragio che ha colpito Termoli lo scorso 10 luglio.

Nel rispondere a un intervento della consigliera della sinistra Marcella Stumpo che indicava dei ritardi nelle variazioni di spesa, il primo cittadino ha puntato il dito contro i dirigenti comunali, in particolare la responsabile del settore finanze Carmela Cravero e il responsabile dei lavori pubblici Gianfranco Bove per non aver ottemperato, a suo dire nei tempi richiesti, alle richieste dell’amministrazione comunale.