Terremoto Albania, volontari molisani al fianco delle popolazioni colpite. Bimbi regalano disegni fotogallery

I volontari molisani in prima linea per aiutare il popolo albanese colpito dal terremoto, sotto la guida della Protezione Civile del Molise: diversi i campi allestiti a Durazzo e Tirana. Bambini regalano disegni di ringraziamento.

Sono trascorsi solo 5 giorni da quando la scossa, con magnitudo 6.5, ha colpito l’Albania distruggendo case, uffici, attività, uccidendo 51 persone e ferendone centinaia. Un disastro, uno dei terremoti di maggiore intensità e con una scia che si è propagata per giorni facendo tremare violentemente la terra, che ha cambiato per sempre il volto e la vita dei superstiti. La conta dei danni non è ancora conclusa, ma sono migliaia gli sfollati che hanno trovato rifugio nelle tendopoli allestite a Durazzo, epicentro del sisma, ed a Campo di Vore a Tirana grazie ai volontari italiani.

Tra loro c’è anche il Molise, regione che, suo malgrado, ha molta confidenza con il terremoto. A nemmeno 12 ore dalla prima scossa, sono centinaia i volontari e le associazioni che, in barba alla paura ed al pericolo, hanno messo a rischio la loro vita per salvare il popolo albanese: nessuna bandiera, nessun colore politico, solo persone che ne aiutano delle altre. Partiti di notte, con buste cariche di beni di prima necessità e di speranze, i molisani sono in prima linea per dare conforto ed aiutare gli sfollati.

Diversi anche i comuni che si sono attivati attraverso le raccolte di fondi e di beni di prima necessità (tra cui la Misericordia di Termoli ed il comune di Portocannone) da inviare in Albania per aiutare la popolazione sotto la direzione della Protezione Civile Molise che, da più di 100 ore, ha allestito un campo di emergenza a Durazzo. Moltissimi gli albanesi che decidono di trascorrere il tempo nelle tende montate nel campo: le ore trascorrono spensierate grazie ai volontari che organizzano giochi, canzoni ed aiutano le persone, bambini in primis, a superare il trauma del terremoto.

Proprio i frequentatori più giovani, così sensibili ma al contempo forti, hanno deciso di ringraziare i volontari molisani nel modo unico e particolare che solo i bimbi posseggono: centinaia di disegni con cuori, frasi d’affetto e di ringraziamento sono stati recapitati alla Protezione Civile molisana. Messaggi tanto semplici quanto ricchi di significato, creati dalle mani dei centinaia di bambini rimasti senza casa e, in alcuni casi, senza famiglia che hanno riempito d’orgoglio i volontari. Gratitudine espressa anche dal Generale della Marina Militare albanese che, in una recente visita agli ospiti del campo di Vore a Tirana ed a Durazzo, ha voluto ringraziare personalmente la Protezione Civile del Molise per la vicinanza e la tempestività dei soccorsi.