Stadio di Selvapiana: 700mila euro tra Comune e Regione per Under 21 e… ripescaggio

Palazzo San Giorgio ha stanziato in tutto 300mila euro, di cui 200mila nel 2019 e 100mila nel 2020. Il sindaco Gravina: “Entro l’anno ci sarà l’aggiudicazione dei lavori per la prima tranche”. E dalla Regione Molise sono stati erogati con determina già firmata 400mila euro dei famosi 800mila che furono previsti addirittura nel 2011: si vede la luce in fondo al tunnel. L’obiettivo è riportare la Nazionale nel capoluogo e soprattutto rivedere il Campobasso in categoria superiore. La capienza dovrebbe essere riportata a 10mila posti.

700mila euro per ristrutturare lo stadio di Selvapiana e permettere la disputa di un’amichevole, a giugno 2020, della nazionale Under 21. È una corsa contro il tempo in cui tutti gli attori in campo, a prima vista, sono uniti da un unico obiettivo, da raggiungere assolutamente per non perdere l’ennesimo tram del rilancio.

In effetti, a ben guardare, il riammodernamento dell’impianto sportivo, della ‘tana’ dei Lupi, darebbe una spinta non da poco innanzitutto alle ambizioni della società del capoluogo, che in questo modo avrebbe le carte in regola per il salto di categoria. E poi attorno allo stadio c’è un progetto di medio termine che vedrebbe lo stesso coinvolto in diverse iniziative legate alle attività della Figc del presidente Gabriele Gravina. Vedasi qualche partita anche degli azzurri di Roberto Mancini. Ma ora è prematuro parlarne.

La notizia, come si ricorderà, è stata data qualche settimana fa dal presidente della Figc Molise, Piero Di Cristinzi, che annunciava l’ufficioso arrivo dell’under 21 a Campobasso. Ma per realizzare il tutto sarebbero occorse risorse, anche ingenti. Comune e Regione si sono attivati, bisogna dire: l’assessore Praitano ha assicurato il massimo sforzo da parte di Palazzo San Giorgio, che ha stanziato 200mila euro per il 2019 e altri 100mila per il 2020.

Lo stesso sindaco Gravina è intervenuto sulla vicenda: “Entro fine anno penso ci sarà l’aggiudicazione dei lavori e partiamo. L’obiettivo comune è quello di ristrutturare lo stadio per permettere alla nazionale under 21 di giocare a giugno a Campobasso. Posso dire che per l’anno prossimo ci sono ancora altre risorse, oltre 100mila euro da parte nostra per un totale complessivo di 700mila euro. In questi ci sono anche i fondi stanziati dalla Regione, le erogazioni credo ci siano anche state”.

Ed è vero, perché è arrivata anche la determina della giunta regionale che prevede l’erogazione di 400mila euro, una rata di saldo dei famosissimi 800mila euro stanziati nel lontano agosto 2011. Ebbene, sono passati otto anni da quello stanziamento: una delle storie classiche di opere pubbliche che attraversano gli anni, col rischio di perdere i fondi, e intanto le strutture si deteriorano. Un progetto esecutivo più volte rielaborato nel corso degli anni, con perizie di varianti tecniche, proroghe su proroghe di concessione, lavori slittati e ritardi enormi. Addirittura nel 2015 intervenne la cosiddetta perenzione per la quale non era più possibile utilizzare quelle risorse e poi successivamente è stato riconfermato l’intervento.

Ma ora la cosa importante è che siano stati erogati i soldi che sommati a quelli del Comune permetteranno un intervento importante sugli spalti di Selvapiana (manutenzione, potenziamento e adeguamento della struttura). Nella determinazione regionale si legge testualmente: “Determina di liquidare e pagare la somma di 400mila euro in favore del Comune di Campobasso”. Capitolo chiuso? No, devono ancora iniziare i lavori: lo start è previsto tra gennaio e febbraio. La capienza dovrebbe essere riportato in questo modo a 8-10mila posti.

Più informazioni su