Precipita in mare ai Cantieri navali, muore un uomo di 75 anni. Auto recuperata dai sub foto

Incidente fatale sulla banchina dei Cantieri navali dove una Renault Kangoo con a bordo un uomo, Giuseppe Tumini, è finita in acqua. Il veicolo è stato poi recuperato dai sommozzatori della Capitaneria di porto e dai Vigili del Fuoco. Inutili i soccorsi per il 75enne. Le operazioni di soccorso sono andate avanti fino alle 23 circa con l'aiuto di una gru

Si è inabissato mentre era al volante della sua auto, una Renault Kangoo, che un’ora e mezza dopo l’incidente fatale è stata recuperata da Vigili del Fuoco e sommozzatori. È un uomo di 75 anni, residente a Termoli, la vittima di quello che ha tutta l’aria di essere un tragico incidente accaduto intorno alle 21 di questa sera ai Cantieri navali del Porto Adriatico.

L’uomo, Giuseppe Tumini, è deceduto, probabilmente più in fretta del normale per via della temperatura gelida del mare. Il suo corpo è stato recuperato insieme al veicolo poco prima delle ore 23 dopo non facili operazioni di soccorso che si sono avvalse di gruppi elettrogeni e sub specializzati.

Auto annegato porto

Giuseppe Tumini stava percorrendo la banchina quando per cause al vaglio degli inquirenti è finito in acqua. Sembrerebbe un incidente causato da.un malore improvviso, anche se al momento non si possono escludere altre ipotesi. Dalla banchina la Renault è precipitata in mare, sprofondando rapidamente e uccidendo l’anziano nella trappola ghiacciata dell’acqua.

A dare l’allarme sarebbe stata una donna che ha notato il veicolo sulla superficie del mare intorno alle 21, poco prima che la Renault si inabissasse. La donna ha chiamato i soccorsi, sul posto anche l’ambulanza del 118 con il medico, il cui intervento però si è rivelato inutile. Purtroppo, quando (anche alla presenza dei familiari che sono arrivati sulla banchina) l’autovettura è stata tirata in superficie, per il 75enne, padre di due figli, non c’è stato nulla da fare.

A presidiare le operazioni gli uomini della Capitaneria di porto, competenti sull’area demaniale.