Noi e gli ‘altri’: riflessioni sulle diversità culturali. Unimol ospita dibattito e Premio San Giorgio

Si terrà mercoledì 18 dicembre a partire dalle 17.30 l’incontro-dibattito dal titolo “Noi e gli ‘altri’: riflessioni sulle diversità culturali”, ospitato nella sala E. Fermo della biblioteca di ateneo in Viale Manzoni a Campobasso.

Al centro dell’incontro ci saranno l’esperienza dell’altro e la questione della varietà culturale, presenti in ogni civiltà e in ogni periodo storico, sono declinate nelle differenti configurazioni storico-sociali secondo modalità multiformi. “La complessità, in generale, del rapporto con l’altro e i fenomeni recenti – si legge nella nota – Anche contraddittori, che lo accompagnano (da un lato, ad esempio, la celebrazione della differenza; dall’altro, l’isolamento individualistico che impedisce un autentico riconoscimento dell’interlocutore), impongono di superare letture semplicistiche o, peggio, ideologiche che, nella loro univocità, naufragano nel particolarismo, eludendo di fatto la problematicità connessa all’incontro ed alla relazione con chi, per cultura, tradizioni, modelli valoriali, istituzioni, usi e visioni del mondo, si presenta ‘diverso’ da noi”.

Tenuto conto del rilievo e dell’attualità di tali problematiche il Centro Studi Molisano ha inteso organizzare l’incontro-dibattito al fine di discutere ed approfondire alcuni dei principali aspetti concernenti queste complesse tematiche. L’evento costituirà anche l’occasione per la consegna del Premio San Giorgio, edizione 2019, al professor Valentino Petrucci, filosofo del diritto ed insigne accademico, che terrà una lectio magistralis dal titolo ‘L’Occidente tra universalismo etnocentrico e relativismo culturale’.

Il Premio San Giorgio viene conferito annualmente dal Centro Studi Molisano ad una persona molisana, di origine molisana o comunque, se non di origine molisana, che abbia svolto tutta o parte della sua opera in Molise o a favore del territorio e della popolazione molisana, che si sia particolarmente distinta in uno o più dei diversi campi della conoscenza umana, in particolare in campo artistico, storico, giuridico, economico, sociale, scientifico o per l’impegno dimostrato nella salvaguardia dei valori etici, della legalità e della formazione culturale

I saluti istituzionali saranno affidati al rettore dell’Università del Molise Luca Brunese. La laudatio dell’insignito sarà curata dalla professoressa Maria Ausilia Simonelli, docente di Istituzioni giuridiche ed evoluzione economico-sociale, Filosofia del diritto e Criminologia presso l’Università degli Studi del Molise. Il ruolo di moderatore dell’incontro sarà svolto dal professor Giuseppe Reale, docente presso l’Università degli Studi del Molise e Presidente del Centro Studi Molisano. Al termine della lectio magistralis si aprirà uno spazio di discussione e di dibattito, con la possibilità di interventi e di domande ai relatori da parte del pubblico.