Natale ‘povero’, l’assessore Barile accusa gli ex per la scarsità di risorse. Il centrosinistra: “Eri dei nostri”

Scaramucce in salsa natalizia tra il centrosinistra e Michele Barile, ex consigliere nell'Amministrazione Sbrocca. Motivo del contendere è la programmazione degli eventi natalizi e a scatenare l'ironia puntuta dei dem è stata in particolare l'accusa che l'assessore Barile ha lanciato nei giorni scorsi replicando alle lamentele dei commercianti del Borgo Antico

Non è passata inosservata al centrosinistra termolese la replica che l’assessore Michele Barile ha fornito in merito alla polemica sulla programmazione degli eventi natalizi.

Galeotto fu l’albero di luci (in quei giorni mestamente spento) in piazza Duomo che aveva amareggiato i commercianti del Borgo Antico di Termoli che, a mezzo stampa, avevano espresso le loro lamentele. Non tanto e non solo per l’albero privo di illuminazione al centro della piazza, quanto più in generale per la scarsa considerazione del Paese Vecchio per gli eventi natalizi. In sostanza, il j’accuse, il Natale termolese sarebbe a loro dire tutto concentrato in Piazza Monumento.

Al che l’assessore al Turismo aveva replicato spiegando che l’illuminazione a singhiozzo dell’albero era dovuta a problemi tecnici (poi risolti) e che la scarsità di eventi era imputabile alla mancanza di fondi. Queste le parole che l’esponente della Giunta ha rilasciato a Primonumero.it: “In quanto alla polemica sulla scarsa considerazione del Borgo Antico rispetto agli eventi natalizi, voglio solo precisare che le scarse risorse economiche che la nostra amministrazione ha ereditato dalla precedente quest’anno non ci hanno permesso di fare una ampia programmazione di eventi”. Parole che hanno fatto evidentemente sobbalzare sulla sedia i rappresentanti del centrosinistra termolese in Consiglio Comunale, peraltro esponenti della ex Amministrazione Sbrocca in cui c’era anche l’allora consigliere Michele Barile.

Questa la replica che i gruppi consiliari Pd, VotaXTe e Italia in Comune indirizzano all’Assessore: Caro Assessore Barile, forse dimentichi che facevi parte anche tu della precedente amministrazione e per eventi e iniziative varie, anche promosse da te in persona, di soldi ne hai spesi. Per reperire delle risorse, poi, pensa alla moltitudine di commissioni che fate! Per queste i soldi sono usciti, per il Borgo no. Bravo!”.

Non senza un pizzico di sarcasmo, i dem ricordano il passaggio nelle file di Roberti e del centrodestra e concludono: “Visto che meditavi, con grande coerenza, di trasferirti, così come hai pianificato il passaggio da uno schieramento ad un altro, potevi pianificare anche di conservare delle risorse economiche per la tua nuova programmazione”.