L’auto con la pistola non era del 38enne, il giudice lo manda ai domiciliari

Va ai domiciliari il 38enne di San Salvo P.M., arrestato nella notte fra venerdì e sabato scorso in una zona fra Montenero di Bisaccia e San Salvo. Si è tenuta questa mattina 9 dicembre al Tribunale di Larino l’udienza di convalida dopo l’arresto eseguito dai carabinieri in collaborazione con gli agenti della Guardia di Finanza di Vasto.

Il giudice ha però deciso di non convalidare l’arresto, accogliendo la richiesta di custodia cautelare ai domiciliari richiesta dall’avvocato difensore, il legale Emanuele Ciuffi. La pm Marianna Meo, presente all’udienza, aveva invece chiesto che gli venisse confermata la custodia cautelare in carcere.

Il 38enne era stato fermato a bordo della sua auto in compagnia di alcuni amici, ma da un primo controllo non era emerso nulla. In seguito i militari hanno eseguito una perquisizione di un’altra auto, le cui chiavi erano in possesso di P.M., ma che non risulta essere di sua proprietà.

Nell’abitacolo c’era una pistola con matricola parzialmente abrasa, un cacciavite e un martello da chiodi. Da qui l’arresto.

L’avvocato difensore Emanuele Ciuffi si è detto particolarmente soddisfatto dell’esito dell’udienza e ha aggiunto che valuterà se chiedere la scarcerazione al Tribunale del Riesame non prima di aver atteso l’esito delle indagini in corso.