Gli studenti del Boccardi-Tiberio diventano donatori di voce

Gli alunni del Boccardi-Tiberio diventano donatori di… voce. È stato presentato mercoledì 4 dicembre il progetto nato dalla collaborazione tra i docenti e gli alunni dell’Istituto termolese “Boccardi – Tiberio” e l’associazione “Voci del buio”.

Il tutto nasce nell’ambito dell’iniziativa nazionale “Service learning”. “Un’iniziativa molto importante, che vedrà gli studenti della scuola impegnati in prima persona – spiegano dalla scuola -. Gli stessi, infatti, dopo una fase preparatoria nel mese di gennaio e lo studio di testi selezionati, diventeranno donatori di voce. Ciò significa che, una volta registrata tramite appositi dispositivi, la loro voce entrerà a far parte del data base della piattaforma ‘voci del buio’ creata proprio con l’obiettivo di condividere e dare modo a ciechi, ipovedenti, DSA e persone con difficoltà nella lettura di accedere in maniera del tutto gratuita al materiale ivi caricato e di poterlo ascoltare”.

Un’iniziativa di grande valore, come ha sottolineato anche la dirigente scolastica, professoressa Maria Maddalena Chimisso, che ha inteso sottolineare la valenza della collaborazione tra la Scuola e l’Associazione “Voci del buio”, ringraziando altresì tutti coloro che hanno dato vita al progetto.

A illustrare le peculiarità dello stesso, del quale le docenti Barbara Mammarella e Alessandra Santagata sono referenti per il “Boccardi – Tiberio”, sono stati invece Pietro La Barbera, Florence Della Valle e Rosanna Masciantonio che hanno coinvolto gli alunni in una serie di attività che hanno inteso mostrare loro cosa significa “emozionarsi davanti alle parole”, guidandoli a riscoprire la bellezza dei sensi e soprattutto dell’ascolto perché “sentir leggere un libro da chi lo fa con la giusta espressività, non è la stessa cosa che ascoltare una sintesi vocale”.

Nel corso della conferenza è stata inoltre illustrato in maniera dettagliata un’App, realizzata dal professor Roberto Mascilongo con l’ausilio di alcuni alunni, che permetterà, in maniera intuitiva e tramite comandi vocali, di accedere direttamente dal proprio smartphone a una lista di audiolibri messi su un software e di poterli ascoltare in maniera pratica e veloce.