Colletta diocesana per i detenuti del carcere di Larino

Nel corso dell’Anno Liturgico, che inizia con la prima domenica di Avvento e termina con la Solennità di Cristo Re, ci sono due tempi particolarmente importanti, l’Avvento e la Quaresima, durante i quali tutte le comunità cristiane sono chiamate, non solo ad un ascolto più attento della Parola di Dio, ad una celebrazione fervida dei Sacramenti e in particolare del sacramento della Riconciliazione, ma anche a compiere gesti concreti di carità per i più bisognosi, attraverso donazioni spontanee, o organizzate, alle strutture che assistono in vario modo i nostri poveri.

Parola di Dio, liturgia e carità sono le tre dimensioni che scandiscono sempre il cammino della nostra vita cristiana. In ciascuno di questi due tempi forti, dunque, viene individuata in genere una domenica nella quale tutte le comunità sono sollecitate ad una maggiore attenzione a gesti di generosità, dietro esplicito invito delle Caritas parrocchiali e dei servizi della Caritas diocesana; normalmente ogni anno si sceglie un particolare settore che viene proposto a tutti come ambito per il quale tutta la comunità diocesana si impegna ad esprimere sostegno e aiuto.

Quest’anno, per la prossima terza domenica di Avvento, 15 dicembre, giornata di fraternità per questo tempo liturgico, la Chiesa Diocesana chiede a tutti, fedeli e non, e ad ogni singola comunità di raccogliere offerte che andranno a favore dei detenuti del carcere di Larino. Come indicazione, suggeriamo di raccogliere prodotti per l’igiene (no spray, no vetro); abbigliamento intimo (no slip, no bianchi); tute (senza cappuccio); accappatoi (senza cappuccio); calze, lenzuola, pigiami.

Si confida nella generosità delle nostre comunità,  certi che questo appello verrà positivamente accolto, anche come gesto di conversione e di preparazione alla Solennità del Santo Natale.