Bilancio approvato nella notte. Il Comune ‘guadagna’ 320mila euro di premialità

Diciotto i voti favorevoli da parte della maggioranza pentastellata e a sorpresa di Massimo Sabusco (centrodestra) ed ex assessore al bilancio con Battista. Grazie all'approvazione entro la fine dell'anno scattano le premialità per 320mila euro destinate a lavori di manutenzione e a uno studio di vulnerabilità sul Palazzo di città. Si parla di 170 milioni per il 2020, 107 per il 2021 e 95 per il 2022 tra spese ed entrate. Il sindaco: "Abbiamo ordinato già le caselle, ci saranno variazioni di bilancio per rimpinguare capitoli di spesa svuotati per consentire di approvare questo bilancio”.

L’ultimo consiglio comunale del 2019 porta in dote, in tarda serata (la riunione si chiude intorno a mezzanotte e un quarto) e dopo 12 ore di discussione, l’approvazione della nota di aggiornamento al Dup, Documento unico di programmazione, e del bilancio preventivo per il triennio 2020-2022.

I voti della maggioranza pentastellata (più quello a sorpresa di Massimo Sabusco, consigliere di centrodestra ed ex assessore al bilancio nella giunta Pd guidata da Antonio Battista, ndr) bastano e avanzano per mettere tutto nero su bianco entro il 31 dicembre. Una data non casuale: solo così il Comune beneficerà di fondi aggiuntivi (previsti da Roma per le amministrazioni virtuose), le cosiddette premialità che si aggirano sui 320mila euro. Soldi già destinati a lavori di manutenzione del Municipio di Campobasso e alla commissione di uno studio di vulnerabilità dello stesso.

“E’ il nostro primo bilancio di previsione portato a termine grazie al lavoro concertato. Abbiamo ordinato già le caselle, nel 2020 ci saranno variazioni di bilancio per rimpinguare capitoli di spesa svuotati per consentire di approvare questo bilancio”, il commento del sindaco Roberto Gravina.

 

Al centro dei lavori dell’assise il programma triennale di lavori pubblici, il piano alienazioni e valorizzazioni immobiliari, oltre che il programma biennale di forniture e servizi, comprese la razionalizzazione e la riqualificazione spesa e una programmazione triennale sul fabbisogno del personale. Le cifre? 170 milioni di spesa, e quindi di relative entrate, per il 2020. 107 l’anno successivo e 95 per il 2022.

“Attraverso l’analisi di ogni settore di riferimento, abbiamo sviluppato interventi, progetti, iniziative, per attuare le progettualità generali – spiega l’assessore al bilancio Panichella –. Il risultato di questo lungo lavoro è costituito dal bilancio preventivo 2020/2022 e dal Dup 2020/2022. La città sarà suddivisa in parti o anelli, su ciascuno ci saranno degli obiettivi da raggiungere”.

In apertura di consiglio il capogruppo della Lega, Alberto Tramontano, presenta nove pregiudiziali, tutte bocciate dalla maggioranza, perchè “non sono stati rispettati alcuni articoli dello Statuto, non è stato redatto il bilancio partecipativo”. Lo stesso Tramontano sottolinea pure un errore tecnico dal momento che si parlava di “approvazione del Dup e non di approvazione della nota di aggiornamento al Dup”. A chiusura l’affondo: “L’intera città di Campobasso esce vessata dalle decisioni della maggioranza pentastellata. Irpef comunale al massimo (0,8%), così come l’Imu al 10,6% con la Tari al 4%. Un bilancio che non ha tenuto in considerazione le priorità dei nostri concittadini”.

 

In cima alla lista degli obiettivi da realizzare nei prossimi tre anni ci sono sicuramente le cosiddette opere incompiute di Campobasso. Qualche esempio? Il Terminal Bus, l’ex Roxy, l’area fieristica di contrada Selvapiana, l’ex mattatoio di via Garibaldi. Ci sono anche l’edificio di via Friuli che potrebbe diventare un ‘contenitore’ di nuove attività commerciali, il pattinodromo di Selvapiana, la piscina di Colle dell’Orso, di cui sarà verificata la possibilità di un cambio di destinazione d’uso. Il Comune punta a riqualificare anche la Cittadella dell’economia, attualmente abbandonata, per realizzare una ‘Cittadella della Sostenibilità’, ossia “un polo multifunzionale con finalità sociali, economiche e culturali”. 

E ancora, durante il dibattito il sindaco chiarisce perchè è stata aumentata la tassa sui rifiuti (Tari): “Si è adeguata la tariffa al 2 percento allineandoci alle normative nazionali. Era inevitabile, conti alla mano, con l’aumento dei costi che gravano sui bilanci della Sea”.

Sulle scuole, in particolare nel quartiere Cep: “In quel quartiere c’è una quantità spaventosa di edifici chiusi, Montini compresa. Continuiamo a costruire? No, investiamo sulla Montini, ma ci vogliono 11 milioni di euro per rifarla. Possiamo beneficiare di 4 milioni e 200mila euro grazie al bando ‘Scuole sicure’, è un’ottima cosa per fare quasi la metà. Sull’utilizzo delle premialità (320mila euro), saranno convogliate su uno studio di vulnerabilità sul Palazzo di città (98mila euro) e sulla manutenzione ordinaria dello stesso (100mila euro). Si tratta di un edificio strategico”.

Bisogna aggiungere che nel capitolo scuole nel 2021 sono previsti l’abbattimento e la ricostruzione della scuola per l’infanzia di via San Lorenzo con un importo di 980mila euro. Stessa sorte per quella di via De Gasperi.

 

Ancora critiche da Tramontano (Lega): “Le premialità da utilizzare per la messa in sicurezza del Palazzo di città magari potevano essere usate per le scuole. Venendo alle cifre, per l’urbanizzazione è previsto un milione: 100mila per i giunti dei viadotti, 200mila per i copriferro dello stadio, 60mila per alloggi comunali, e questo è meritorio. Poi solo 50mila euro per la manutenzione straordinaria del cimitero, davvero pochissimi viste le condizioni indecorose. E leggo della demolizione e ricostruzione del muro di Villa de Capoa per 117mila euro”.

Si punta, inoltre, sulla riqualificazione dell’ex Roxy, della via Matris, del Parco V Luglio. Qualche precisazione dal sindaco sulla situazione del cimitero: “Tutta l’ala nuova fu affidata nel passato ad una società che sta creando più di qualche problema all’amministrazione comunale e di conseguenza ai cittadini. L’abbiamo diffidata e ci riserviamo di chiedere a questa società i danni anche a nome di quelle famiglie che hanno dovuto patire nuove sofferenze a causa dei suoi disservizi”.

 

Denuncia mancanza di dialogo il consigliere della Sinistra, Antonio Battista: “Se parlare di Tari, di cui lei non conosceva nemmeno l’aumento, sindaco, significa metterla in caciara, l’invito a collaborare arrivato dall’assessore Panichella cade nel vuoto. Ci aspettiamo maggiore trasparenza, dialogo e confronto. Il dibattito è mancato sul piano triennale”. La consigliera del Partito Democratico, Alessandra Salvatore: “Non c’è alcun riferimento al tempio crematorio. Mentre per il sociale sono state riprese per buona parte le attività fatte da noi”.

All’ampio dibattito partecipa pure il capogruppo Pd, Giose Trivisonno: “Non ci si può calare nel tecnicismo ma bisognerebbe avere più chiarezza sull’impostazione politica di questo bilancio. Chiarezza che non c’è e si gira intorno ai problemi”.

 

Solleva dubbi sull’azzeramento di risorse avvenuto per alcuni settori, il consigliere comunale Salvatore Colagiovanni (Popolari): “Giusto e meritorio portare il bilancio entro il 31 perché c’erano delle premialità da acquisire, ma alcuni settori sono volutamente azzerati. Cosa avverrà al Corpus Domini? E lo stesso vale per la cultura. Penso proprio che dovrete fare una variazione al bilancio. Negli anni passati i Cinquestelle contestavano sempre le variazioni che invece ora bisogna fare nel prossimo anno. Mi astengo sul bilancio per il lavoro svolto dall’assessore Panichella e dalla struttura ma vi aspetto sul Corpus Domini, non ci saranno sconti”.

 

Terminata la discussione su Dup e Bilancio, il confronto su sposta sugli otto ordini del giorno presentati dalle minoranze. Ne sono stati ‘promossi’ tre: il quarto, avente ad oggetto l’individuazione di una quota del piano finanziario da dedicare al bilancio partecipativo. E ancora, l’ordine del giorno numero 8 a firma Alessandra Salvatore sulla valutazione da parte della giunta di introdurre benefici non economici su chi adotta cani del canile, prevedendo un bonus veterinario. Sull’argomento si è raggiunta l’intesa totale.

Ok anche all’odg dei consiglieri di centrodestra Tramontano, Annuario, Fasolino e D’Alessandro, sull‘individuazione di una struttura per l’accoglienza di minori destinatari di provvedimenti di autorità giudiziaria. L’intervento dell’assessore Praitano va nella stessa direzione, annunciando anche un finanziamento regionale di 100mila euro, l’ordine è passato all’unanimità.

 

Dulcis in fundo, alle 00.15 si vota per il bilancio preventivo e per il Dup: 18 sì (tra i quali oltre alla maggioranza c’è Sabusco,ndr), 4 no (Tramontano, D’Alessandro, Battista e Trivisonno) e 2 astenuti (Annuario e Colagiovanni).  FdS