A scuola anche da casa o in ospedale, ecco il drone ‘Dovì’

L’istruzione a distanza, con un drone che fa interagire lo studente con la classe. Lunedì 16 dicembre all’Istituto Alfano il professor Cosmo Manocchio dell’Istituto Comprensivo “D’Ovidio” di Campobasso ha presentato alla classe 5D del Liceo Scientifico termolese il drone Dovì che ha lo scopo, grazie ad una potente telecamera e ad un tablet, di consentire, a chi non può seguire le lezioni a scuola, di mantenere, da casa o dall’ospedale, un contatto diretto con la classe e partecipare alle lezioni.

Questa iniziativa rientra nel progetto “Istruzione domiciliare e/o scuola in ospedale” che l’Istituto Alfano attua per gli alunni che sono impossibilitati a frequentare la scuola per un periodo superiore a 30 giorni.

Il Dovì, progettato dal professor Manocchio, è guidato a distanza dallo studente tramite uno smartphone o tablet e si può muovere liberamente in aula, interagire con i docenti e con i compagni di classe, registrare le lezioni e collegarsi alla Lim.

Il suo utilizzo ha destato grande interesse nei ragazzi poiché rappresenta un esempio di utilizzo virtuoso delle tecnologie.