Vino e tartufo firmati Delicata e Fonzo: Crociati e Trinitari rivivono nelle specialità molisane

Tartufo nero e rosso (Tintilia, Montepulciano e Aglianico) per Fonzo Mastrangelo, tartufata bianca e falanghina per Delicata Civerra. E’ l’idea messa in campo da ‘Pro Crociati e Trinitari’, presentata al Circolo Sannitico e sposata da due aziende del territorio: ‘Centro Tartufi Molise’ e ‘Colle Sereno’ rappresentate dalle imprenditrici Sandra Palombo e Anna Mogavero. Per anni l’associazione ha organizzato la pace tra le due confraternite “ma i costi sono alti e così, per ripresentarla, abbiamo deciso di proporre a due imprenditrici di livello di finanziare un progetto ambizioso ma bellissimo”.

La storia di Campobasso rivive nelle specialità della terra nostrana. L’associazione ‘Pro Crociati e Trinitari’ ha avuto una splendida idea: onorare gli antenati più celebri attraverso due peculiarità molisane, il vino e il tartufo. Prodotti nobili che sono stati abbinati a due personaggi essenza del capoluogo: Fonzo e Delicata.

Alzi la mano chi non conosce la storia del grande amore osteggiato dalle famiglie rivali, i Trinitari e i Crociati, che si opposero strenuamente alla loro unione. Ma cosa c’entrano con i prodotti tipici del Molise? A prima vista poco, scavando a fondo tanto, tantissimo. Ed è così che l’amore dei due ragazzi vivrà per sempre…

Si parla dell’iniziativa messa su, appunto, dall’associazione campobassana. In un Circolo Sannitico gremito in ogni ordine di posto, il presidente Giuseppe Santoro ha fatto da padrone di casa non nascondendo “una grande emozione nel vedervi così numerosi per un progetto sul quale stiamo lavorando da mesi e siamo riusciti ad avere dei partner d’eccezione”.

Gli fa eco il collega Giovanni Di Tota, coordinatore della serata e associato appassionato, che parla di “orgoglio nel raccontare la nostra storia attraverso iniziative come questa. Ricordo che da qualche anno abbiamo ‘Campobasso in love’, un appuntamento ormai fisso a San Valentino, e l’anno scorso l’abbiamo presentato a Verona, patria di Romeo e Giulietta…”.

Per una infarinatura sulla storia tra Delicata e Fonzo, è bene ricordare che i due sfidarono tutto e tutti, spade e battaglie, dinieghi e liti tra le famiglie, pur di gridare al mondo il proprio amore. La disputa tra Crociati e Trinitari era secolare e a quel tempo, ovvero nel 1500, si osteggiavano in maniera cruenta anche per ottenere i posti privilegiati nel giorno del Corpus Domini e durante la processione del Venerdì Santo. Il tribunale del Regno di Napoli celebrò diversi processi per uccisioni tra campobassani, lo dice la storia. Ci vollero anni e anni prima di giungere alla pace del 1588 grazie a Fra’ Girolamo da Sorbo. I nostri Delicata e Fonzo, purtroppo, nacquero e vissero in tempo di guerra e, come risaputo, la ragazza morì all’interno della torretta Terzano in cui fu rinchiusa dal padre pur di allontanarla dall’amato. Una ricognizione storica per capire in quale contesto siamo.

 

Per anni l’associazione ‘Pro Crociati e Trinitari’ ha organizzato la pace tra le due confraternite. “Ma i costi sono alti e così, per riproporla, ci siamo fatti venire un’idea: proporre a due imprenditrice del calibro di Anna Mogavero e di Sandra Palombo di finanziare un progetto ambizioso ma bellissimo”. Così sono nati i vini e i tartufi dedicati a Delicata Civerra e a Fonzo Mastrangelo da Campobasso.

 

Ed entriamo nei dettagli. Come spiega la titolare dell’azienda vinicola ‘Colle Sereno’, Anna Mogavero, “abbiamo sposato l’idea e ci siamo messi subito al lavoro. E così, abbiamo prodotto un vino Tintilia-Aglianico-Montepulciano per Fonzo: un ‘Terra degli Osci’ annata 2017 dal gusto forte e deciso ma anche aromatico, un rosso rubino con riflessi violacei che richiamano gli abiti maschili dell’epoca. Per Delicata, invece, si è scelta una Falanghina ‘Terra degli Osci’ 2018, elegante, raffinata, ma anche matura nel suo colore dorato che riprende i toni degli ornamenti degli abiti femminili”.

vino e tartufo

Sandra Palombo, titolare del Ctm (Centro Tartufi Molise), racconta la scelta fatta: “Abbiamo pensato a un tartufo nero estivo, che rappresenta il Molise sia a livello qualitativo che quantitativo, per Fonzo, cavaliere coraggioso ma anche dolce. Per Delicata una tartufata bianca con boccioli teneri e tartufi bianchetti dal sapore soave e amabile”. E allora, per Natale il regalo è bello che fatto: una bella confezione di vini e tartufi ‘storici’.