Ufficiale: la trasferta di Ortona, contro il Chieti, vietata ai tifosi del Campobasso

La decisione è giunta nella giornata di oggi, 21 novembre, al termine di un tavolo tecnico che si è tenuto a Chieti. I motivi sono legati al campo di Ortona che non permette una divisione dei parcheggi tra le tifoserie che inevitabilmente sarebbero venute a contatto. E dopo i precedenti di qualche anno fa non si è voluto rischiare.

La notizia girava già da qualche ora e adesso gode del crisma dell’ufficialità: i tifosi del Campobasso non potranno partecipare alla trasferta di Ortona. Come noto, la gara contro il Chieti si giocherà sabato 23 novembre sul campo neutro del centro adriatico per via della manutenzione in atto sull’Angelini. Il problema è sorto allorquando ci si è resi conto che l’impianto sportivo abruzzese non è adeguato ad ospitare due tifoserie e a separarle fisicamente all’esterno, ovvero nei parcheggi.

 

In effetti, i sostenitori teatini e rossoblù sarebbero potuti venire a contatto abbastanza agevolmente all’uscita dallo stadio e questo non garantiva, chiaramente, la sicurezza minima. Anche alla luce degli episodi che si verificarono nel febbraio del 2015, i rapporti tra le tifoserie sono diventati molto tesi, ecco perché l’anno successivo si vietò ai chietini di assistere al match di Selvapiana. Una valutazione dunque globale, quella fatta dalla Prefettura di Chieti, che ha emesso l’ordinanza dopo la riunione con le forze dell’ordine e con le due società interessate. Tra l’altro, a Ortona ci sarò in concomitanza anche un altro evento.

 

Dunque, alla squadra di Mirko Cudini mancherà il sostegno del tifo, che in trasferta non sciopera nei primi tempi come accade da un mese nelle partite in casa. C’è da aggiungere che il match, comunque ritenuto a rischio presso l’Osservatorio, non sarebbe stato vietato nel caso in cui si fosse giocato all’Angelini, dove magari ci sarebbe stata qualche limitazione, come i biglietti nominativi.

 

Foto Chietitoday

Più informazioni su