Terremoto in Albania, parte la macchina dei soccorsi: raccolta fondi e aiuti dal Molise

Mentre si aggrava il drammatico bilancio dovuto al sisma di stanotte in Albania, le comunità arbëreshë del Molise si mobilitano per raccogliere denaro e beni a favore degli sfollati

Si mobilita il Molise in sostegno all’Albania colpita da un devastante terremoto nella notte scorsa. Gesti di solidarietà, raccolte fondi e primi contatti con l’altra sponda dell’Adriatico sono stati già attivati.

Il Comune di Portocannone sta attivando una raccolta fondi per la popolazione locale, cui si potrà contribuire in diversi modi. Si potrà effettuare un versamento presso l’ufficio di cittadinanza alla signora Concetta Carrara, che in seguito si occuperà di fare un unico versamento sul conto del Comune, oppure tramite bonifico bancario al seguente IBAN: IT 71 O 02008 40991 00040000 1383 segnalando la seguente causale: Offerta a sostegno delle popolazioni albanesi colpite dal terremoto. “Siamo certi che la nostra comunità non farà mancare il proprio sostegno” scrive il sindaco Giuseppe Caporicci su Facebook.

Proprio la scorsa settimana il primo cittadino di Portocannone si era recato in Albania per un incontro ufficiale e aveva avuto la possibilità di colloquiare col presidente della Repubblica albanese e col sindaco di Tirana (qui sotto la foto).

Caporicci Tirana

“Montecilfone, insieme con gli altri comuni arbëreshë del Molise, è vicina alle popolazioni colpite dal violento terremoto avvenuto nella notte in Albania” così il sindaco Giorgio Manes sui social.

In occasione dell’incontro, convocato per giovedì 28 novembre alle 10 al Comune di Montecilfone, con i sindaci arbëreshë si parlerà anche di eventuali misure di solidarietà da intraprendere per aiutare, nel nostro piccolo, le popolazioni colpite. La natura sa essere anche spietata, quindi, soprattutto in questi casi dobbiamo far sentire la nostra vicinanza ai fratelli gemelli dell’altra sponda adriatica”.

Nella mattinata di oggi il sindaco Giorgio Manes ha contattato il presidente della Repubblica albanese Ilir Meta per esprimere vicinanza e solidarietà. Solidarietà è stata espressa anche da altre Amministrazioni, come quella di Bonefro tramite il sindaco Nicola Montagano.

La situazione in Albania, colpita da un sisma di magnitudo 6,5 alle 3,54 di oggi 26 novembre, è tragica. Il bilancio in continuo aggiornamento è alle 13 di oggi di 13 morti e oltre 600 feriti.