Sparatoria tra rapinatori e guardia di finanza, ferito un romeno ora ricoverato al Veneziale

L'inseguimento tra le fiamme gialle e i tre banditi è finito con il ferimento di uno dei malviventi. Tutto era iniziato poche ore prima con una prima rapina fatta in una frazione di Castel Di Sangro. Poi la fuga verso la statale 158, un altro colpo da fare in Molise fino all'alt della pattuglia che hanno violato dando origine alla sparatoria

Sparatoria a Isernia tra una pattuglia della guardia di finanza e alcuni rapinatori che non si sono fermati all’alt del posto di controllo che era stato organizzato dalle fiamme gialle all’altezza del comune di Roccaravindola.

L’auto con a bordo tre persone ha superato l’alt e si è diretta verso Montaquila. Ne  è nato un inseguimento. Poi l’uomo alla guida avrebbe perso il controllo dell’auto che finita fuori strada li ha costretti a fuggire a piedi.

I finanzieri hanno continuato ad inseguirli e alcuni abitanti avrebbero chiaramente udito dei colpi di pistola. Tant’è che un proiettile ha colpito uno dei malviventi in fuga ad una gamba. Ferito, è stato portato all’ospedale Veneziale dove è ricoverato e piantonato.

Tutto sarebbe nato dopo una rapina in Abruzzo, a Roccacinquemiglia, una frazione di Castel di Sangro.

Secondo quanto raccontato in queste ore i tre avrebbero avvicinato un uomo che stava portando a spasso il suo cane e dopo aver tirato fuori le armi lo avrebbero rapinato per poi darsi alla fuga.

Hanno imboccato la statale 158 che conduce in Molise dove pare stessero tentando un altro colpo quando avrebbero intercettata la guardia di finanza nei pressi di Montaquila senza fermarsi all’alt.

Quindi il lungo inseguimento. Ad essere ferito è un cittadino romeno che non è in pericolo di vita. I finanzieri stanno cercando gli altri due che si sarebbero nascosti nei boschi di Masseria La Corte.