Si nasconde a Petrella con altre “lady”, arrestata Sara Iacampo: non poteva stare in Molise

La 22enne è tra le principali indagate di operazione "Pinocchio": assieme a Paolo Bencivenga rifornivano di stupefacenti la coppia Massimo Amoroso e Margherita Mandato. La donna si trovava a Petrella in un appartamento assieme ad altre due donne, una delle quali è la fidanzata dell'uomo. Sequestrata anche una pistola

È stata portata in carcere Sara Iacampo, nata a Campobasso 22 anni fa ma senza fissa dimora.

E’ un altro step di operazione “Pinocchio” l’importante inchiesta antidroga che porta la firma della squadra mobile di Campobasso.

La giovane è tra le principali indiziate nell’ambito delle indagini condotte dagli uomini di via Tiberio negli ultimi sei mesi sul mondo dello spaccio e del consumo di stupefacenti a Campobasso e dintorni.

Per lei, il Gip Teresina Pepe, aveva disposto il divieto di dimora in Molise.

Idem è stato disposto per Paolo Bencivenga, un altro indagato, 21 anni, di Frattamaggiore, a Campobasso – secondo le carte dell’accusa – aveva creato piccoli punti di riferimento per chi voleva acquistare perlopiù cocaina ed eroina.

E Sara Iacampo era una delle sue maggiori collaboratrici. Non poteva stare in Molise, dicevamo, eppure senza troppi problemi ha violato l’ordinanza del giudice e si è rifugiata a Petrella Tifernina.

Qui gli uomini della Mobile l’hanno trovata in un appartamento assieme alla fidanzata del suo ‘capo’ – Paolo Bencivenga – che non è indagata ma che bene conosceva le attività del compagno: era con lui, infatti, quando Paolo Bencivenga a maggio 2019 è stato arrestato perché trovato in possesso di droga e fu quindi ristretto ai domiciliari. Con le due, una terza donna, probabilmente affittuaria dell’immobile.

Per Sara Iacampo l’ordinanza emessa nell’ambito di operazione “Pinocchio” parla chiaro: è lei che accompagna Bencivenga a casa di Margherita Mandato e Massimo Amoroso (le due persone arrestate). E’ lei che lo sostiene nel tentativo di farlo accreditare fornitore affidabile. Aspetto che emerge dalle numerose conversazioni intercettate dagli uomini della squadra mobile.

Sara Iacampo a Campobasso abitava insieme a Bencivenga e alla fidanzata di lui, che ieri era Petrella dove quest’ultima abita con la madre. Ambedue con precedenti, in casa avevano pure una pistola. E la polizia le ha beccate mentre tentavano la fuga dal paese. Non si esclude che qualcuno nei dintorni le avesse avvisate dopo aver visto i poliziotti.

Diverse sono le cessioni di droga che gli agenti hanno immortalato a carico della 22enne: nei pressi del terminal bus di Campobasso,  in prossimità degli appartamenti che avrebbe preso in affitto Bencivenga, in un’occasione è stata beccata con la cocaina nascosta nel reggiseno. Spaccia abitualmente e perché incensurata, doveva allontanarsi dal Molise così da sradicare la rete di clienti che con il ‘capo’ avevano creato. Non l’ha fatto. Ora è rinchiusa in carcere a Benevento.