Ricerche frenetiche per Solomon, scomparso 4 giorni fa. Il suo cellulare ha squillato dalla Campania foto

Il cellulare del 24enne ghanese ha agganciato una cella a Castelvolturno: mobilitate anche le forze dell'ordine in Campania. Le ricerche della Protezione Civile del Molise continuano tra Campolieto, dove ha la residenza, e Castellino del Biferno, da dove è arrivata l'ultima segnalazione. A preoccupare i segni di effrazione sull'uscio di casa. Il ragazzo non ha nè documenti nè denaro.

Il cellulare che usava Solomon, il ventiquattrenne del Ghana scomparso da 4 giorni che le squadre di soccorso stanno cercando freneticamente tra Campolieto e Castellino del Biferno da ieri, ha agganciato una cella a Castelvolturno, provincia di Caserta, poco dopo le 11 di questa mattina. Quello stesso telefonino che in tutti questi giorni è risultato spento, rendendo più complicato rintracciare il ragazzo per i Vigili del fuoco e la Protezione civile nonché i Carabinieri, ai quali è arrivata la segnalazione sulla scomparsa di Solomon Lambo, residente a Campolieto.

Una scomparsa (Volontaria? Indotta?) per la quale nessuno al momento riesce a darsi una spiegazione convincente. Cosa è accaduto al ragazzo, che da 7 anni viveva in Italia? Perché sulla porta della sua abitazione, proprio di fronte al comune di Campolieto, ci sono segni di effrazione? C’entra qualcun’altro in questa vicenda?

Carabinieri campolieto

C’è più di un elemento da chiarire per quanto riguarda la storia del 24enne di cui si sono perse le tracce da sabato. Al lavoro anche i Carabinieri della Stazione locale che questa mattina stanno coordinando le ricerche assieme alla Protezione civile della regione Molise. La notizia della scomparsa di Solomon ha turbato Campolieto, dove il giovane è perfettamente integrato. Era arrivato qui che non aveva nemmeno 18 anni, circa 7 anni fa. Un ragazzo sorridente, disponibile, gentile, che aiutava ai cittadini nei piccoli lavori domestici, come racconta la signora Patrizia, vigilessa del paese.

Aveva acquistato casa grazie ai risparmi messi da parte in via San Bernardino: una abitazione piccola a che ora risulta oggetto di una serie di accertamenti per i segni di effrazione che la porta d’ingresso presenta. Secondo quanto si apprende, il permesso di soggiorno per Solomon sarebbe scaduto a giugno 2020 e il giovane era terrorizzato dalla prospettiva di essere rimpatriato, come ora sancisce il decreto sicurezza.

Solomon Campolieto casa

Ma dietro la sua storia potrebbero esserci anche cause diverse, sulle quali sono in corso le indagini. Intanto sono state mobilitate le forze dell’ordine di Castelvolturno, centro in provincia di Caserta, dove si sarebbe agganciato il cellulare di Solomon.