Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Perseguita la ex fidanzata, divieto di avvicinarsi alla donna. In 3 mesi già 20 denunce per il “codice rosso”

Il Molise si conferma un territorio di violenza – fisica e psicologica – sulle donne. Un altro episodio viene a galla, stavolta a Termoli, dopo l’intervento dell’Ufficio Anticrimine del Commissariato di Polizia, che nei giorni scorsi ha eseguito una misura cautelare del divieto di avvicinamento alla ex fidanzata a carico di un 29enne.

Lui, I.C.B. le iniziali,  è stato raggiunto dal provvedimento dell’Autorità Giudiziaria di Larino per reati di maltrattamenti e stalking.

La vittima ha deciso di denunciare l’inferno che stava vivendo con una segnalazione in Commissariato. Ha lamentato atteggiamenti aggressivi e persecutori, ripetuti nel tempo. Il giovane non si rassegnava alla fine della loro relazione e la torturava, minacciandola e spaventandola. Per fortuna in questo caso la ragazza, consapevole di stare correndo un pericolo concreto per la propria incolumità, ha scelto di uscire allo scoperto e raccontare ai poliziotti le telefonate persecutorie, le “visite” a sorpresa sotto casa, gli insulti, le minacce – anche di morte – pressoché giornaliere.

La polizia ha acquisito elementi di riscontro al racconto, suffragato dalle telefonate di diversi testimoni, e ha chiesto e ottenuto il divieto di avvicinamento a carico del 29enne. Non si tratta, purtroppo, di un caso sporadico. Dall’entrata in vigore (lo corso 9 agosto) del “codice rosso”, la legge a tutela di persone maltrattate in contesti familiari o affettivi, sono state già 20 le procedure di urgenza avviate su segnalazione del Commissariato di Termoli.  Un boom di denunce, probabilmente anche perchè le vittime si sentono maggiormente tutelate dalla legge, che fotografa la portata inquietante del fenomeno.