Nucleo di valutazione, il Comune riduce i compensi. C’è il bando per candidarsi

Il Comune di Campobasso ha pubblicato il bando per conferire gli incarichi che dureranno due anni. Ecco come candidarsi e i requisiti richiesti

Due componenti esterni, più un membro interno, ossia il segretario del Comune: ecco come sarà il prossimo Nucleo indipendente di Valutazione di Campobasso. Inoltre, compensi più bassi: da 13.500 euro a 12mila euro.

Ecco come l’amministrazione M5S del capoluogo ha deciso di ridisegnare l’organo tecnico che si occupa di misurare e valutare i risultati della macchina organizzativa di palazzo San Giorgio e supportare la Giunta comunale nelle decisioni su responsabilità e posizioni dirigenziali e dei funzionari.

Il primo cittadino Roberto Gravina ha spiegato i motivi di tale scelta: ”Esiste una ragione di economicità dell’azione amministrativa e di ordine finanziario-contabile per limitare il ricorso a soli due componenti oltre quello interno che sarà affidato al segretario generale (Vincenzo Benassai, ndr). Infatti, sul bilancio pluriennale 2019-2021, è prevista la copertura per soltanto due componenti del nucleo. Con la delibera di Giunta abbiamo modificato l’articolo 10 del regolamento sul funzionamento del Nucleo Indipendente di Valutazione, sostituendo la parte relativa all’importo del compenso “€. 13.500” con “€. 12.000” onnicomprensivo annuo per ciascun componente esterno”.

Per affidare i due membri esterni il Comune ha pubblicato l’avviso. Incarico della durata di due anni, eventualmente rinnovabile sino alla scadenza del mandato del sindaco e, comunque, fino alla nomina del nuovo Nucleo. L’iter per selezionare le candidature è partito lo scorso 22 novembre dopo l’approvazione e la pubblicazione della delibera della Giunta comunale.

I requisiti che devono essere in possesso dei candidati che risponderanno all’avviso sono: il possesso del diploma di laurea specialistica o di laurea quadriennale conseguita nel previgente ordinamento degli studi nelle materie economiche e giuridiche; le buone e comprovate conoscenze informatiche, anche avanzate; la qualificata e comprovata esperienza professionale, acquisita anche presso aziende private, in posizione di responsabilità nel comparto del management, della pianificazione e controllo di gestione, dell’organizzazione e del personale, della misurazione e valutazione della performance e dei risultati e la qualificata e comprovata conoscenza delle tecniche di progettazione e realizzazione di sistemi di valutazione e controllo dei risultati.

“Le funzioni che il Nucleo Indipendente di Valutazione sarà chiamato ad esplicare permetteranno all’amministrazione di avere un quadro sempre aggiornato sul funzionamento della macchina amministrativa verificando, tra l’altro, la corretta applicazione del piano di prevenzione della corruzione da parte dei dirigenti”, ha spiegato il sindaco Gravina presentando la delibera.

“Inoltre, si avverte in modo sempre più forte, la necessità di una riforma del sistema delle valutazioni delle performance apicali nella pubblica amministrazione e su questa tematica si confida nel ruolo e nell’operato del Ministro per la Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone. Al ministro Dadone, che ho avuto la possibilità di incontrare a Roma nelle ultime settimane, è richiesto un intervento coraggioso in tal senso”.