Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Neonato muore durante la rianimazione del 118, aperta inchiesta dopo denuncia dei genitori

Aperta una inchiesta della Procura frentana dopo la denuncia che una giovanissima madre e un giovane padre hanno presentato questa mattina presso la stazione carabinieri di Termoli per la morte del figlio, un bimbo di appena un mese arrivato in ospedale già cadavere.

Il piccolo, L.C.,  aveva difficoltà respiratorie gravi ed era stato dimesso  circa una settimana fa dalla terapia intensiva neonatale di Chieti, dove era stato sottoposto alla respirazione assistita perchè il piccolo, nato prematuro, aveva una sindrome da distress respiratorio.

Durante la notte scorsa ha avuto una crisi respiratoria più forte del solito e i genitori, una giovane coppia residente in via dei Pruni, hanno chiamato i soccorsi.

I tentativi di rianimarlo si sono rivelati inutili. La morte sarebbe avvenuta all’arrivo del medico e degli operatori del 118, che non hanno potuto fare praticamente nulla. Il neonato era cianotico e, come hanno riferito gli operatori sanitari, già deceduto.

Ugualmente è stato portato in ospedale, dove i medici del Pronto soccorso hanno nuovamente constatato il decesso. “Privo di vita”, hanno certificato i responsabili sanitari del turno di notte al san Timoteo di Termoli.

Il corpicino è stato trasferito in obitorio, a disposizione dell’autorità giudiziaria che ha disposto l’autopsia per chiarire cause e modalità, anche nell’interesse del medico e dell’operatore 118 intervenuti nell’abitazione dalla quale è partita la chiamata.

Una tragedia, sulla cui dinamica sono in corso accertamenti specifici. I genitori questa mattina sono stati dai carabinieri per presentare un esposto sull’accaduto e chiedere di ravvisare eventuali responsabilità. L’esame autoptico sarà eseguito la prossima settimana da un medico incaricato dal pm di Larino.