Maltempo in arrivo, in prefettura la riunione per far fronte alle emergenze

Nel corso dell’incontro sono stati verificati gli strumenti da utilizzare e le modalità operative da attuare in occasione di nevicate di particolare intensità e criticità

Si è tenuta presso la Prefettura di Campobasso, la consueta riunione per l’analisi delle procedure di coordinamento di tutte le componenti del sistema chiamate a fronteggiare situazioni emergenziali connesse a condizioni meteorologiche avverse in vista della imminente stagione invernale.

Nel corso dell’incontro sono stati verificati gli strumenti da utilizzare e le modalità operative da attuare in occasione di nevicate di particolare intensità e criticità.

A tal fine sono state esaminate le pianificazioni, già collaudate in precedenza, predisposte dalle strutture coinvolte e, nel dettaglio, è stata ribadita la necessità di mantenere costanti flussi comunicativi per l’ottimale funzionamento della macchina dei soccorsi.

È stata riservata particolare attenzione agli interventi da mettere in campo per garantire condizioni di sicurezza della viabilità in costanza dell’emergenza soprattutto con riferimento alle strutture di prioritario interesse pubblico quali quelle sanitarie, gli uffici pubblici di peculiare interesse strategico e le aziende erogatrici di servizi pubblici essenziali.

Gli Enti preposti hanno assicurato di aver implementato il numero dei mezzi in dotazione e di aver avviato le procedure per l’acquisto e lo stoccaggio di sale decongelante.

Eventuali provvedimenti interdittivi della circolazione conseguenti a condizioni meteorologiche avverse e le connesse criticità che dovessero verificarsi sulla rete viaria saranno oggetto di attenta valutazione da parte del Comitato Operativo della Viabilità (Cov), istituito presso la Prefettura, in condivisione con gli omologhi Comitati delle altre Province e con le Prefetture delle regioni limitrofe, sentita Viabilità Italia.

Alla riunione hanno partecipato i rappresentanti del Servizio Regionale di Protezione Civile, della Provincia e del Comune capoluogo, i vertici delle Forze di Polizia, i rappresentanti dei Vigili del Fuoco, dell’Asrem, del Comune di San Massimo, di “Funivie Molise”, dell’Anas, di Autostrade per l’Italia e di Rfi, nonché della Sea, della Croce Rossa e degli Enti che erogano servizi pubblici essenziali.