L’effetto farfalla, i giovani e la voglia di restare in Molise: “Per renderlo migliore di quello di oggi” fotogallery

“Speriamo di restare qui e di portare questa regione a un livello migliore di quello di oggi”. Antonio Santucci è un ragazzo molisano entusiasta, capace, ottimista, come gli altri 22 studenti che con lui, ieri mattina (20 novembre), hanno simulato una seduta del Consiglio regionale del Molise, che ha portato all’approvazione di una proposta di legge con finalità turistico-ambientali.

ragazzi Consiglio regionale

A palazzo D’Aimmo era in programma una delle iniziative per ricordare i 30 anni della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Presenti in Assemblea gruppi di studenti dell’Istituto scolastico superiore ‘Pertini’, del Liceo classico ‘Pagano’ e del Liceo artistico ‘Manzù. Con loro i docenti Mario Ferocino e Mario Lauletta e i promotori dell’interessante progetto formativo, ovvero la Presidenza del Consiglio regionale del Molise guidata da Salvatore Micone, che si è giovata della collaborazione della Garante regionale dei Diritti della Persona, Leontina Lanciano, dell’Ufficio Scolastico regionale e dall’Unicef Molise.

Con efficacia, compostezza e grande padronanza dell’argomento, i ragazzi hanno presentato una proposta di legge dal titolo “La regione farfalla” prendendo spunto, ma solo nella locuzione presente nella teoria del caos, dall’effetto farfalla, appunto. Il resto è tutta farina del loro sacco, frutto di studi e riflessioni che hanno fatto prima del Consiglio ma anche ieri, in un dibattito stimolante che, tra emendamenti della minoranza, ed esposizioni chiare della proposta, da parte dei consiglieri di maggioranza, a sostegno di una giunta ben ferma sul punto, hanno portato all’approvazione della legge.

Chi ha avuto la fortuna di assistere all’intero Consiglio ha colto l’essenza del progetto formativo. Primi fra tutti, il Presidente del Consiglio regionale, Salvatore Micone e lo stesso Presidente della Regione Donato Toma il quale, impressionato dalla sostanza del progetto e dalla capacità dialettica dei ragazzi, ha dichiarato di voler prendere spunto da un’idea assolutamente condivisibile.

L’esperienza di kids takeover, con la quale gli studenti hanno sperimentato le modalità attraverso cui il cittadino esprime i propri diritti democratici (dibattito e legalità nella loro formazione) e, nello stesso tempo, si sono sentiti parte attiva di una comunità, è riuscita e ha coinvolto tutti. Alla fine i ragazzi hanno ricevuto gli elogi convinti di tutte le autorità presenti e un attestato di partecipazione firmato dai Presidenti Toma, Micone e dalla Garante dei Diritti Leontina Lanciano.

Abbiamo video intervistato i consigliere di maggioranza Antonio Santucci (‘Pertini’ di Campobasso) Pertini’che ci ha spiegato i contenuti della proposta: “E’ un progetto che intende valorizzare il territorio molisano, preservandolo anche. Puntiamo su tre Parchi: quello del Matese, quello Fluviale del Biferno e sulla creazione di un’Area Marina Protetta sulle coste adriatiche molisane, con occhi vigili sulla vivibilità, la tutela delle biodiversità e sostenibilità del progetto”.

Sugli elogi del Governatore Toma, dice: “Ringraziamo il Presidente. Ci rende felici sapere che potrebbero tener conto di quanto fatto da noi per una Proposta di Legge vera e propria”. E sul dibattito in aula: “E’ stato interessante discutere con studenti di altre scuole su tematiche attuali. Sì – conclude – l’esperienza è stata molto formativa”.

Questi i nomi dei ragazzi ‘consiglieri per un giorno’: Fabrizio Venditti, Gaia Torelli, Alessandra Testa, Danilo Silvaroli, Antonio Santucci, Valentina Panichella, Claudia Monaco, Manuel Liberatore, Valeria Della Valle, Giada D’Alessandro, Martina Cusano, Angelica Carosella, Giuseppina Bergantino, Daniele Bax, Riccardo Bibbò, Lorenzo Boccamazzo, Maria Vittoria Iamele, Cristiano Ramacciato, Marco Romano, Ylenia Valente, Gaia Folchi, Ludovica Pettini. Guarda il video.