La Chaminade batte il Molfetta sul filo di lana e resta in vetta

Più informazioni su

La Chaminade fa suo anche il secondo big match battendo per 2-0 il Molfetta sul parquet del PalaPoli. Tutto viene deciso negli ultimi trenta secondi di gara: Pescolla e Cancio mettono a segno le reti che permettano ai rossoblù di restare soli in vetta alla classifica del girone G.

La gara. La Chaminade a Molfetta fa a meno solo di Caddeo squalificato. Paulinho stringe i denti e scende in campo, capitan Oriente e Ruscica tornano in distinta. Prima fase di studio tra le due formazioni, per entrambe la posta in palio è importante. Ottima imbucata di Paulinho per Vaino che sulla linea di porta non trova il tapin vincente. Pressing alto di Gonzalez e Vaino, il numero 17 va al tiro sfera fuori ma buone le iniziative offensive dei molisani. Dalla distanza Passarelli contro Lopopolo palla in angolo. Al quindicesimo annotiamo la prima azione offensiva dei padroni di casa: Murolo nel cuore dell’area di rigore trova di fronte Wiegels. Il portiere rossoblù si ripete su un conclusione forte ma centrale di Mazzone. Un bel primo tempo che si conclude sullo 0-0. La ripresa si apre con una conclusione della distanza del capocannoniere del Molfetta Dell’Olio Wiegels blinda la porta.

Pericolosi ancora i padroni di casa su palla inattiva con Pedone, il portiere della Chaminade ancora protagonista in positivo per i suoi. Per i molisani Passarelli si butta in attacco una serie di finte conclusione sporcata sul fondo. Intervento al limite dell’ area di rigore di Wiegels che smanaccia una palla pericolosa. Gonzalez prova a sbloccare il match con un tiro defilato Lopopolo risponde presente. Paulinho supera un avversario va alla conclusione sfera toccata di mano da un giocatore del Molfetta reclamano al rigore i rossoblù ma si prosegue. Capovolgimento di fronte Binetti a tu per tu con Wiegels si vede negare la gioia del goal. Mensione speciale in questo match per i due portieri decisivi in diverse occasioni. A tre minuti dalla fine quinto fallo commesso dalla Chaminade, cambia la lettura difensiva del match dal sesto fallo in poi Molfetta al tiro libero.

Occasionissima per i padroni di casa: De Cillis vince un rimpallo su Gonzalez va al tiro Wiegeles battuto  sfera sul fondo. Proteste di mister Tavone che reclama un fallo sul centrale spagnolo l’arbitro estrae il cartellino rosso verso il tecnico dei molisani che segue gli ultimi 90 secondi dalla tribuna. Dribbling di Mazzone che si presenta davanti WIegels, intervento puntuale e preciso del nazionale tedesco. Ventisei secondo dalla sirena corner Chaminade è uno schema:  Gonzalez  per Pescolla che porta in vantaggio i molisani. Subito quinto uomo in campo per il Molfetta alla ricerca del pareggio, Cancio come sette giorni fa ruba palla si invola verso la porta sguarnita e fa 2-0.

La Chaminade vince a Molfetta, il Capurso batte 7-4 il Giovinazzo, molisani a più tre dalle inseguitrici. Sabato prossimo terzo big match consecutivo al Pala Selvapiana arriva il Canosa, reduce dal turno di riposo.

 

IL TABELLINO

AQUILE MOLFETTA – CHAMINADE (0-0) 0-2

AQUILE MOLFETTA: Lopopolo, Capuano, Dell’Olio, Pedone, De Cillis, Murolo, Divicenzo, Dibenedetto, De Pinto, Binetti, Mazzone, Spadavecchia. Allenatore: Rutigliani

CHAMINADE: Wiegels, Passarelli, Ruscica, Gonzalez, Oriente,  Pescolla, Paulinho, Cancio, Vaino, D’Alauro, Evangelista, De Nisco. Allenatore: Tavone

ARBITRI: Stefano Massacesi e Andrea Di Vito Sez. dell’Aquila, Cronometrista Tommaso Traetta di Molfetta.

Reti: ’19″30 Pescolla 2T (CCB), ’19″55 Cancio 2T  (CCB)

Falli: 1 tempo 4-4, 2 tempo 2-5

Note: amm. Murolo (M) , amm. Pedone (M), amm. Cancio (CCB), espulso Tavone (CCB)

Più informazioni su