Infermiera si sente male al Laboratorio Analisi e finisce al Pronto Soccorso, è il secondo caso in 2 giorni

È successo di nuovo, a distanza di due giorni dal precedente episodio, ma stavolta è andata anche peggio. Oggi 28 novembre, a causa del caos inenarrabile nel Laboratorio analisi dell’Ospedale San Timoteo di Termoli, un’infermiera si è sentita male tanto da essere portata in Pronto Soccorso.

Di appena due giorni fa una notizia ‘gemella’, con la stessa infermiera che è svenuta mentre stava lavorando, probabilmente per l’eccessivo stress dovuto ai tanti pazienti, al poco personale e dunque a condizioni lavorative pessime.

Oggi però la malcapitata ha avuto bisogno dell’intervento del reparto delle Emergenze. L’infermiera avrebbe poi riferito che il malore era legato allo stress eccessivo. E c’è da crederlo date le condizioni al limite in cui si lavora nel laboratorio analisi dell’Ospedale di viale San Francesco. Proprio giorni fa vi abbiamo raccontato l’emergenza ‘camici’ di cui il laboratorio soffrirebbe da tempo ormai. In pochi mesi sono stati ben 17 i tecnici di laboratorio che hanno lasciato il loro posto (soprattutto per via della pensione) ma nessun rimpiazzo c’è stato né si prevede. Un depauperamento del Laboratorio che nei fatti significa tempi di attesa irragionevoli, molto più che in passato, e la folla di pazienti che la sala d’aspetto non riesce a contenere, tanto che i corridoi limitrofi finiscono per traboccare di persone.

Una situazione prossima al collasso, o che forse ha già varcato quella soglia se – come è successo due volte in due giorni – il personale arriva a sentirsi male.