Il console italiano visita volontari del Molise a Durazzo. Raccolta beni, servono coperte e cibo foto

Alberto Cutillo, ambasciatore italiano in Albania, ha elogiato la Protezione civile del Molise che oggi ha montato il tendone mensa per gli sfollati di Durazzo. A Montecilfone invece accordo fra i Comuni Arbëreshë per le donazioni di denaro. Alla Misericordia di Termoli è possibile donare alimenti a lunga conservazione e coperte

È un lavoro a due binari quello che il Molise sta svolgendo in queste ore a favore delle popolazioni colpite dal terremoto in Albania. Se da una parte i volontari della Protezione civile sono impegnati sul campo nel montaggio del tendone-mensa per gli sfollati di Durazzo e hanno ricevuto la visita del console italiano, dall’altro nella nostra regione vengono avviate raccolte di beni, oltre che di fondi.

volontari molise albania

 

QUI DURAZZO

Dopo aver montato le tende dove far riposare le persone rimaste senza causa dopo la terribile scossa di martedì notte, oggi i 35 volontari della Protezione civile del Molise sono stati impegnati nella sistemazione dell’area dove far rifocillare gli sfollati. Un grosso tendone dove vengono serviti i pasti allestito nel campo base all’interno del porto di Durazzo.

Proprio lì nel pomeriggio di oggi, 28 novembre, i volontari hanno accolto con piacere la visita di Alberto Cutillo, ambasciatore italiano in Albania, il quale ha ringraziato per la tempestività della presenza e si è complimentato per il lavoro che i molisani stanno facendo.

volontari molise albania

QUI MONTECILFONE

Questa mattina nella sala consiliare del Comune di Montecilfone si è tenuto l’incontro fra le quattro Amministrazioni molisane minoranza linguistica arbëreshë. Presenti i sindaci Giorgio Manes (Montecilfone), Pierdonato Silvestri (Campomarino), Raffaele Primiani (Ururi), mentre Giuseppe Caporicci ha delegato un amministratore di Portocannone. Sono state coinvolte anche l’Associazione Kamastra e gli sportelli linguistici del Molise che hanno presenziato con i loro rappresentanti. Dina Marcovecchio, titolare dell’ufficio regionale minoranze linguistiche, era presente insieme con Fernanda Pugliese dell’associazione Kamastra.

L’incontro era stato convocato nella ricorrenza della festa nazionale albanese ma ha chiaramente subito delle variazioni per via del sisma. “I temi dell’incontro sono stati variati a causa, purtroppo, del terremoto che ha colpito l’Albania nei giorni scorsi” ha fatto sapere il Comune di Montecilfone.

incontro arbereshe montecilfone

“Infine si è raggiunta un’intesa, firmata a fine evento, da portare nelle sedi dei comuni limitrofi ed alle associazioni del territorio per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni colpite dal violento terremoto – prosegue la comunicazione ufficiale. Nei prossimi giorni sul sito del Comune si potrà trovare l’Iban e la causale da utilizzare per le piccole donazioni che, come piccole gocce, andranno ad alimentare il fiume di solidarietà che dall’Italia intera sta partendo verso l’ altra sponda dell’Adriatico”.

Un documento di intesa che coinvolge oltre ai comuni, l’Associazione Kamastra e gli sportelli linguistici non solo per la difesa della minoranza linguistica ma per garantire impegno verso iniziative di solidarietà, sostenute dalla Rivista Kamastra, che nel numero attuale, giunto al ventitreesimo anno di pubblicazione, approfondisce i rapporti con l’Albania dal Medioevo ai giorni nostri.

incontro arbereshe montecilfone

QUI TERMOLI

Intanto è partita una raccolta di beni di prima necessità a favore degli sfollati dell’Albania. La Misericordia di Termoli si è fatta promotrice di una raccolta beni e segnala l’esigenza di reperire coperte nuove incellofanate e alimenti a lunga conservazione (non in vetro) pasta, riso, latte, ceci, fagioli, lenticchie, tonno, olio, conserve di pomodoro, carne in scatola, “e tutto quanto riteniate possibile inviare sempre a lunga conservazione”.

La raccolta si effettua nella sede della Misericordia di Termoli in via Biferno 20/22 tutti i giorni. Per informazioni contattare Romeo al 3358052647 oppure Pasqualino al 3358053027.