Ferri scoperti e cemento sgretolato, i ponti di via Corsica fanno paura: servono 5 milioni per evitare pericoli

Dagli studi commissionati dal Comune nei mesi scorsi è emersa la necessità di un intervento di manutenzione straordinaria da realizzare il prima possibile sui ponti ‘Santa Maria’ e ‘Molinello’. Le immagini scattate di recente non lasciano dubbi sulle condizioni di deterioramento dei pilastri, dove i ferri sono ormai scoperti, ma la stabilità non è a rischio, almeno per ora

Sono trascorsi 15 mesi dalla tragedia del ponte Morandi in cui morirono 43 persone. Un fatto gravissimo che, come troppo spesso accade in Italia, ha gettato una luce più forte sulla condizione precaria di tante infrastrutture in Italia.

ponti via Corsica ferri scoperti

Fra queste ci sono purtroppo anche due ponti che i termolesi percorrono quotidianamente: i viadotti Molinello e Santa Maria, lungo via Corsica, che collega il centro di Termoli con la periferia sud e conduce verso Campomarino. Quei due viadotti non sono a rischio crollo, questo bisogna dirlo chiaramente sulla base delle valutazioni che abbiamo chiesto di fare ad alcuni esperti, ma al tempo stesso hanno urgente bisogno di manutenzione straordinaria.

Lo ha stabilito il lavoro realizzato dallo studio tecnico di Campobasso Suliani, alla quale il Comune nell’autunno scorso commissionò dei rilievi geometrici sulla condizione dei due ponti.

ponti via Corsica ferri scoperti

All’indomani della tragedia di Genova infatti, anche a Termoli partì un lavoro di ricognizione delle maggiori infrastrutture cittadine, ma a onor del vero già prima di quel 16 agosto, con nota datata 3 agosto 2018, il dirigente comunale ai Lavori Pubblici Gianfranco Bove aveva scritto all’Anas per ottenere la documentazione tecnica dei viadotti ex-Anas posizionati su quella che era la statale 16. Una richiesta nuovamente inoltrata a ottobre 2018 ma rimasta senza risposta.

Così il Comune ha messo in programma l’esecuzione di rilievi geometrici sui due ponti, i quali nel 2012 ottennero un certificato di idoneità statica rilasciato dal laboratorio Labotech di Pescara, in seguito a una verifica eseguita per conto del settore ai Lavori Pubblici del Comune di Termoli.

ponti via Corsica ferri scoperti

Lo studio della Suliani ha confermato quella che era l’ipotesi più probabile, cioè quella della messa in sicurezza, scartando quella della demolizione, sia perché non necessaria, sia per i costi che lieviterebbero.

Dopo l’acquisizione dello studio e sulla base di quello, l’Ufficio tecnico del Comune ha sviluppato un progetto di fattibilità per un intervento di manutenzione straordinaria che è stato candidato per la concessione di un finanziamento regionale sulle infrastrutture e la viabilità.

ponti via Corsica ferri scoperti

Di recente sono emerse delle immagini, realizzate utilizzando un drone, capaci di destare forte preoccupazione perchè mostrano la “verità”  distanza ravvicinata delle condizioni di ferro e cemento. Su alcuni punti del viadotto Santa Maria, quello che sovrasta Rio vivo, i ferri sono scoperti, per via dell’ammaloramento del cemento, addirittura staccatosi dal pilastro in più punti. Immagini che fanno temere il peggio e che rimandano con il pensiero ad altri ponti che in Italia sono stati dichiarati inagibili.

Va detto che la perdita dei copriferro, cioè del cemento, non denota per forza rischio di perdita di funzionalità del pilastro e quindi della struttura. Purtroppo, come detto, esperti del settore calcolano che in Italia circa l’80 per cento dei ponti sia in condizioni simili, se non peggiori. Ma non è un rischio con il quale si possa convivere, questo va precisato.

ponti via Corsica ferri scoperti

Occorrono quindi investimenti importanti e il Comune di Termoli spera che la Regione conceda il finanziamento per un intervento complessivo che è stato quantificato in 5 milioni di euro. I tempi per ora non sono definiti, stante l’incertezza sulla concessione dei fondi. Ma pur non essendoci rischi per la sicurezza e la viabilità, l’intervento è reputato urgente e non più rinviabile. Attendere oltre vorrebbe dire aumentare i rischi.