Droga in auto e a casa, giovane pusher finisce agli arresti domiciliari

Più informazioni su

I Carabinieri di Bojano hanno arrestato un giovane pusher bojanese a seguito di un posto di blocco e delle perquisizioni successivamente effettuate nella sua abitazione. Lunedì, a ora di pranzo, un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile ha fermato per un controllo un’auto che si dirigeva verso il centro cittadino. All’alt, il conducente dell’utilitaria ha sì rallentato l’andatura ma si è fermato qualche metro più avanti. A quel punto i militari hanno raggiunto a piedi la vettura dalla quale è sceso il ragazzo, già noto alle forze dell’ordine, apparso preoccupato.

 

I Carabinieri hanno effettuato tutti i controlli del caso, dalle generalità ai documenti, per poi passare all’ispezione dell’auto dove sono stati trovati 2 grammi di hashish. “E’ per uso personale” ha spiegato il ragazzo. Ma, intenzionati ad approfondire, nella successiva perquisizione nell’abitazione gli stessi militari l’hanno beccato con 37 grammi di sostanze stupefacenti suddivise in dosi oltre al materiale per il confezionamento.

 

Ecco perché, al termine degli accertamenti e delle formalità di legge, il 27enne è stato arrestato: su disposizione dell’autorità giudiziaria dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Dovrà scontare la pena ai domiciliari, dopo la convalida di martedì mattina da parte del gip del Tribunale di Campobasso.

 

“I servizi e i controlli effettuati dalla Compagnia Carabinieri di Via Croce, volti ad arginare i reati predatori, sono stati intensificati nell’ultimo periodo, senza mai abbassare la guardia sulla prevenzione e repressione dei reati connessi al traffico di sostanze stupefacenti, specie nel centro matesino” commentano dal comando di Bojano –. Numerosi sono i controlli effettuati lungo le principali arterie stradali che intersecano il territorio ricadente nella giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Bojano, nonché nei centri dei comuni più grandi, con attuazione di vari posti di controllo, durante i quali le pattuglie dislocate sul territorio effettuano anche ispezioni personali e veicolari”.

 

I controlli disposti dal Tenente Edgard Pica, Comandante della Compagnia Carabinieri di Bojano, proseguiranno nel corso della settimana in modo capillare. L’appello alla cittadinanza da parte dell’arma bojanese, che fa eco al Comandante Provinciale di Campobasso, è quella di segnalare tempestivamente qualsiasi sospetto: “L’attività di prevenzione volta a frenare il fenomeno del rifornimento nelle vicine regioni di Campania e Puglia viene svolta – come già detto in occasione di altre attività – quotidianamente e di recente incrementata in maniera significativa dai Carabinieri della Compagnia di Bojano”.

Più informazioni su