Cocomazzi-Marzi, il duo pianoforte-sassofono dei grandi virtuosi appassiona il pubblico

Un viaggio musicale tra passato e presento, un nuovo inizio si addensano perfettamente nelle mani di Antonio Cocomazzi e Mario Marzi: pianista il primo, sassofonista il secondo creano una musica composta da scarti ritmici che creano un tessuto di emozioni profonde in gradi di riequilibrare l’anima. E ieri sera, a Termoli, ci sono riusciti: grazie alla serata organizzata all’interno della stagione di ‘Termoli Musica 2019/2020’, il numeroso pubblico ha potuto apprezzare la fresca varietà dei giochi di suoni dati dai due strumenti, abilmente condotti dal duo.

Una serata dalle mille emozioni che nemmeno la pioggia copiosa che è scesa durante tutta la domenica è riuscita a rovinare. Uno spettacolo ricco, in cui il crescendo di sensazioni ha giocato un ruolo fondamentale grazie alle note melodiose raccontate nel cd ‘Restart’ di recente pubblicazione. Le composizioni di Cocomazzi, che compongono l’intero album, hanno afferrato sin da subito il pubblico. Musiche dotate di un forte impatto comunicativo destinate non solo agli addetti ai lavori, in un genere tanto fruibile quanto difficile da rubricare, come la più che positiva critica ufficiale ha evidenziato attraverso le recensioni al disco.

Musica crossover in grado di spaziare e fare suoi diversi generi: classica, jazz, moderna e Lieder ohne worte del III Millennio, eseguita impeccabilmente dai due musicisti, ha deliziato il pubblico accorso, di solito abituato a programmi più consueti del repertorio classico e poco avvezzo a generi borderline. La frenesia ritmica ed armonica nonché le belle melodie del mondo sonoro di Cocomazzi, compositore apprezzato da mostri sacri quali Morricone, Gaslini e Sollima ed interpretate magistralmente dal sax di Mario Marzi, uno dei più prestigiosi sassofonisti presenti sulla scena internazionale, hanno emozionato il pubblico che ha ricambiato con scroscianti applausi.