Cocaina, hashish e coltello a serramanico: denunciati due giovani. In campo anche le unità cinofile

È stato un fine settimana di controlli straordinari da parte dei Carabinieri che, a Termoli, hanno sorpreso un trentenne con diverse dosi di droga pronta per essere spacciata. A lui si accompagnava un giovanissimo di appena 21 anni che portava con sè un coltello a serramanico. Ma in tutto il Basso Molise c'è stato un importante dispiegamento di forze che si sono avvalse anche di unità cinofile provenienti da Chieti

Ancora due giovani nei guai. La droga, ancora lei, è costata infatti una denuncia per detenzione ai fini di spaccio ad un trentenne termolese, già noto alle Forze dell’Ordine.

È stato un fine settimana di controlli straordinari per i Carabinieri della Compagnia di Termoli che hanno dispiegato numerose pattuglie sul territorio bassomolisano. I controlli si sono concentrate soprattutto nei centri di Guglionesi, Portocannone, Montenero di Bisaccia e Termoli. Non solo pattuglie e agenti in uniforme ma anche militari in abiti civili per mettere in atto una massiccia operazione di controllo che si è avvalsa anche dell’unità cinofila di Chieti.

Ieri, 24 novembre, in una via centrale di Termoli i Carabinieri hanno fermato due giovani che sostavano nella zona con un fare che ha insospettito i militari. La perquisizione dei due ha dato ragione ai Carabinieri: il più grande dei due – un 30enne del posto – aveva cinque dosi di cocaina mentre l’altro giovane – un ventunenne molisano – portava con sè un coltello a serramanico, proibito.

Di lì a poco è scattata la perquisizione nell’abitazione dei due fermati, con l’ausilio delle unità cinofile dei Carabinieri di Chieti. Non ci è voluto molto perché i cani annusassero la presenza di droga: nella casa sono stati trovati 3 involucri contenenti 7 grammi di hashish.

Per il 30enne, non nuovo a questo tipo di reato, è scattata una denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, per il ragazzo poco più che ventenne è toccato un deferimento per porto illecito di arma. La droga recuperata e il coltello a serramanico scoperto sono stati sottoposti a sequestro.

Il controllo “a tappeto” da parte dei Carabinieri parla di 85 persone identificate, 45 automezzi fermati e intere aree rurali setacciate.