Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Cimitero, il centrodestra pungola Gravina: “Servono lavori urgenti contro il degrado”

I consiglieri Annuario, Esposito, Tramontano, Pascale, D’Alessandro, Colagiovanni e Fasolino “chiedono alla maggioranza pentastellata spiegazioni in merito all’incuria e alla mancanza di loculi. La situazione è peggiorata dopo l’allagamento di fine estate della parte nuova”. Lunedì presenteranno una mozione specifica che sarà discussa nel prossimo consiglio coumunale.

Più informazioni su

Molti ricorderanno l’allagamento al cimitero di Campobasso dello scorso 30 agosto. In un’ora la parte nuova del camposanto fu sommersa dall’acqua, un fiume di detriti invase la pavimentazione, mentre le mattonelle dei marciapiedi dei viali furono divelti. Scene che indignarono i familiari dei defunti sepolti proprio in quella zona che il giorno dopo il disastro incontrarono il primo cittadino e l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Amorosa, accompagnati dai tecnici comunali e dai responsabili dell’impresa che gestisce la costruzione e la vendita dei loculi. In quella circostanza il sindaco Roberto Gravina effettuò un sopralluogo per verificare il da farsi e dispose il trasferimento di trentadue salme tumulate nella zona interessata dagli allagamenti in un’altra ala del cimitero, la parte più alta.

 

Ora, a distanza di oltre due mesi dall’accaduto, il centrodestra del Comune di Campobasso riaccende i riflettori sulla vicenda: “Chiediamo alla maggioranza pentastellata, che governa la città di Campobasso, delle spiegazioni in merito al degrado strutturale in cui versa il cimitero e, soprattutto, alla mancanza di loculi. Ricordiamo come la situazione sia peggiorata, dallo scorso mese di settembre (in realtà gli allagamenti ci furono a fine agosto, ndr), dopo l’allagamento di una parte del cimitero, che costrinse l’amministrazione comunale a traslare le salme altrove”.

 

C’è da dire che l’impresa incaricata dal Comune effettuò celermente dei lavori specifici a riguardo, attraverso la realizzazione di una rampa per rendere più accessibile la zona che era invasa da acqua e fango. Il discorso dei consiglieri Annuario, Esposito, Tramontano, Pascale, D’Alessandro, Colagiovanni e Fasolino è allargato all’intero capitolo cimitero: “Non può una città capoluogo dimenticarsi del cimitero, dove occorrono azioni urgenti finalizzate a restituire la giusta dignità a ogni angolo dell’area. A nostro avviso servirebbero azioni più incisive per quel che concerne la manutenzione, sia delle tombe sia dei viali, ma anche del verde presente”.

Si sottolinea anche la difficoltà a reperire loculi: “Discorso a parte merita la mancanza di loculi, per i quali occorrerebbe, quanto prima, provvedere a risolvere il problema, al fine di evitare, ai cittadini già provati dal dolore, ulteriori momenti di sconforto in una situazione già difficile”. A tal proposito, gli stessi consiglieri stanno preparando una mozione che presenteranno lunedì 11 novembre per discuterne nel prossimo consiglio comunale.

Più informazioni su