Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Campobasso, non c’è due senza tre? Ballottaggio Alessandro-Musetti, ancora out Dalmazzi

I rossoblù a caccia della terza vittoria consecutiva sul campo del Cattolica dopo aver battuto Agnone e Giulianova. Impegno abbordabile contro la penultima della classe che non ha ancora conosciuto i tre punti. Le ultime: Cudini potrebbe schierare l’ex Cesena in tandem con Candellori alle spalle di Cogliati con Musetti inizialmente in panchina. In difesa verso la conferma la coppia Menna-Sbardella. Almeno un’ottantina i tifosi al seguito della squadra.

Più informazioni su

Il Campobasso ci ha preso gusto e non vuole fermare la propria corsa. Le due vittorie di fila conquistate ad Agnone e in casa col Giulianova hanno restituito un po’ di autostima a una squadra che dopo il ko interno contro il Montegiorgio era davvero con le ruote a terra, in piena zona playout. Le cose hanno cambiato direzione, il calendario in questo periodo sta anche dando una mano. E domani, 10 novembre, c’è un’altra partita sulla carta abbordabile: si viaggia alla volta di Cattolica sul campo della penultima in classifica che al momento ha solo tre punti e non ha mai vinto.

 

Occhio, però: le insidie in questi sono dietro l’angolo e rovinare tutto proprio ora non è il caso. Mirko Cudini ha tenuto sulla corda lo spogliatoio nel corso di una settimana serena dal punto di vista degli allenamenti. Cambierà qualcosina rispetto a sette giorni fa, ma non troppo. Nel senso che gli undici che hanno superato gli abruzzesi si sono guadagnati la conferma. Ma dalla panchina scalpitano i due pezzi da novanta rossoblù: Danilo Alessandro e Riccardo Musetti. Dalle ultime sembra che il tecnico sia orientato a schierare l’attaccante romano dal primo minuto riproponendo il 4-3-2-1. In questo caso, andrebbe a far coppia con uno tra Candellori (favorito) e Pizzutelli alle spalle del ‘falso nove’ Cogliati. Ma il ballottaggio potrebbe pure vincerlo Musetti e così si tornerebbe al 4-3-1-2.

 

Ci saranno alcune decine di tifosi al seguito della squadra anche in Romagna: si tratta della trasferta più lontana della stagione ma i supporters non faranno mancare la propria presenza. Il rapporto si sta pian piano ricreando dopo le dure contestazioni di un paio di domeniche fa. E la speranza è che un’ulteriore vittoria possa rinsaldarlo definitivamente.

 

L’allenatore dei romagnoli Cascione presenta così la gara: “Ci troveremo di fronte una squadra costruita per vincere e che è in ripresa, diversa da quella che avremmo affrontato nelle prime giornate di campionato. Ma paradossalmente quando sappiamo di dover affrontare squadre con attacchi forti come quello dei molisani (con Cogliati, Musetti e Alessandro) la nostra attenzione si alza e quindi potrebbe essere motivo di stimolo per fare bene la fase difensiva”.      FdS

Più informazioni su