“Sono Angela, massaggiatrice a domicilio”, entra in casa e gli ruba la pensione

E’ accaduto ai danni di una coppia di coniugi. Altre due donne, invece, hanno derubato un 92enne a cui avevano detto di essere amiche della figlia. Continuano le truffe a danno degli anziani e il sindaco di Campobasso lancia un progetto per prevenire il fenomeno

E’ primo pomeriggio quando un signore sull’ottantina residente in un quartiere residenziale riceve una visita: alla porta arriva una donna, apparentemente per bene, dai modi garbati e gentili, che dice di essere una massaggiatrice a domicilio. Il signore con la moglie allettata ha pensato fosse una fisioterapista per la consorte e l’ha invitata ad entrare ma con un gioco d’astuzia, tra una chiacchiera e l’altra, poco dopo lascia l’abitazione e il signore si ritrova senza più la pensione. E’ scattata la denuncia, con la descrizione della signora e quindi le opportune ricerche.

Sempre a Campobasso, un 92enne invece è stato raggirato da due donne che si sono presentate come amiche della nuora e che, con i soliti raggiri, tipici di queste persone astute e senza scrupoli, gli hanno portato via il portafogli e le chiavi di casa. Anche in questo caso denuncia e relative indagini da parte delle forze di polizia.

Certo è che il fenomeno delle truffe agli anziani o alle persone sole e più indifese è tanto fastidioso quanto frequente. Anche il comune di Campobasso per farvi fronte è sceso in campo e da domani – 22 novembre – parte progetto “Stop Crime” per prevenire e contrastare le truffe agli anziani

Domani il primo appuntamento si svolgerà presso il centro sociale anziani “L’amicizia”, in via Verga, dalle 17 alle 19.

Sarà presente l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Campobasso, Luca Praitano, i rappresentanti delle forze dell’ordine coinvolte nel progetto e il personale della Cooperativa Sociale Sirio che gestisce il servizio di ascolto e assistenza psicologica e legale per le vittime di reati previsto dal progetto, che sarà attivato presso ciascuno dei sette centri anziani cittadini.

Attraverso il Fondo Unico di Giustizia del Ministero dell’Interno, il progetto “Stop crime”  del Comune di Campobasso ha come obiettivi la prevenzione e il contrasto delle truffe agli anziani del territorio, avviando azioni volte alla promozione della cultura della sicurezza.