Campobasso autolesionista: 4-4 col Fiuggi, inutili le doppiette di Cogliati e Musetti. Cudini contestato, silenzio stampa foto

Nel primo tempo Lupi quasi perfetti: Cogliati apre le danze, poi il mezzo infortunio di Natale sulla conclusione di Macrì che vale il pareggio. Musetti si scatena e realizza una doppietta nel giro di due minuti: prima la ribattuta sul calcio di rigore sbagliato poi il destro vincente per il tris. Nella ripresa altro errore del portiere rossoblù che non intercetta un cross, poi Fabriani fa autorete. E poco dopo Menna procura il dubbio rigore che significa 3-3. Finale incandescente, la decide ancora Pietro Cogliati al sesto gol in quattro gare. La Nord continua la contestazione contro Cudini chiedendone la testa.

Più informazioni su

Quello che succede a Selvapiana è ai confini della realtà. Il Campobasso, in vantaggio per 3-1 a fine primo tempo, si fa riprendere e al 90esimo becca l’incredibile 4-4. Erroracci del portiere Natale, ormai recidivo, e di Giampaolo che perde palla nel finale dando il ‘la’ al pareggio. Nel post-gara la società indice il silenzio stampa mentre all’esterno dello stadio un centinaio di tifosi contesta aspramente Mirko Cudini che al momento rimane saldamente al proprio posto.

Campobasso

IL RICORDO DEL GRANDE FRED. Doveroso, sentitissimo omaggio a Fred Bongusto prima della partita con la bellissima ‘Molise’ che è risuonata a Selvapiana e il minuto di silenzio. Applausi condivisi da entrambe le tifoserie, numerosa e rumorosa quella laziale mentre gli ultras Curva Nord Campobasso sono in silenzio, in aperta contestazione nei confronti di società, squadra e staff tecnico. In curva uno striscione eloquente: ‘Cudini vattene’.

PRONTI VIA E GOL A GRAPPOLI. I Lupi aggrediscono subito gli avversari e dopo sei minuti trovano l’1-0. Cogliati recupera palla sulla trequarti, apre per Musetti che da destra fa partire un cross rasoterra e velenoso sul quale si avventa lo stesso Cogliati ad anticipare il portiere. Quinta marcatura in quattro giornate, da urlo. Peccato che la gioia duri pochissimo: 180 secondi e Macrì sgancia una ‘bomba’ che trova Natale due metri fuori dalla porta, il pallone si infila centrale sotto la traversa. Tutto di nuovo in equilibrio. Cudini rilancia Alessandro che fa la mezza punta con Cogliati alle spalle di Musetti. Che brividi al 19’ quando Pizzutelli perde una palla sanguinosa quasi al limite dell’area, Manfrellotti si inserisce e sfiora il palo. Sul ribaltamento di fronte Alessandro si porta a spasso due avversari uno dei quali lo atterra, è rigore. Lo batte Musetti, molto male, ma per fortuna rossoblù la respinta gli finisce sui piedi e ribadisce in rete.

ATTACCO IN GRANDE SPOLVERO. Al 32’ il tris. Alessandro fa lo show, serve Cogliati, conclusione respinta sul destro di Musetti che insacca di giustezza. Partita virtualmente chiusa. Ma gli ultras proseguono la contestazione nei confronti di Cudini. E Musetti avrebbe pure la palla per mettere il lucchetto sul successo ma prende l’esterno della rete. Il lancio, fantastico e a occhi chiusi, era stato di Alessandro. Poco dopo proprio il numero 9 esce per infortunio, standing ovation e dentro Giampaolo prima del riposo. Tra i due tempi romanticismo allo stato pure con ‘Balliamo’ di Bongusto a riscaldare i cuori dei pochi spettatori presenti.

RIPRESA: HARAKIRI CAMPOBASSO. Gli ultras intonano subito un paio di cori pesanti contro Cudini, più di qualcuno non condivide fischiando. Aria tesa. Mentre sul campo l’arbitro assegna prima un rigore al Fiuggi prima di tornare sui suoi passi per il fuorigioco rilevato in precedenza dall’assistente. Pazzesco al 3’: dalla destra parte un cross innocuo, Natale non esce incredibilmente, interviene di petto Fabriani controtempo e segna la più classica delle autoreti. La frittata è bella che fatta al 55’: Menna atterra a detta dell’arbitro Basilico, calcio di rigore. Batte Manfrellotti, gol del 3-3. Assurdo. Il festival dello spreco va in scena, invece, al 65’ quando Tenkorang arriva di testa come un treno, sembra fatta ma mette a lato su perfetto cross di La Barba. E si ripete dopo due minuti, sempre di testa, schiacciando a terra invece che mettere dentro da pochi passi. Ma occhio al Fiuggi che con Basilico prende una traversa clamorosa a Natale battuto.

ESPLODE SELVAPIANA. Emozioni infinite. I Lupi attaccano e con il neoentrato Zammarchi trovano il varco giusto al 78′, cross perfetto per Cogliati che timbra la doppietta e il sesto gol in quattro gare. Un giocatore di categoria superiore che dà spettacolo, eppure non era stato confermato… Eppure non basta neanche questo: altro erroraccio di Giampaolo che non spazza via, i laziali ripartono e vanno in gol con l’ex di turno Forgione. Delusioni su delusioni.

CAMPOBASSO       4

FIUGGI                     4

CAMPOBASSO: Natale 4, Fabriani 4.5 (84′ Dalmazzi s.v.), La Barba 5.5, Pizzutelli 4 (76′ Zammarchi 6.5), Menna 5, Sbardella 5, Candellori 6, Tenkorang 5, Musetti 7.5 (43’ Giampaolo 4.5), Alessandro 7, Cogliati 8.

ALL.: Cudini 5

FIUGGI: La Gorga, Tassone, Zaccone, Papaserio (85′ Buongarzoni), Moriconi (26’ Locci), Scalo, Rizzitelli (46’ Filipponi), Forgione, Manfrellotti (86′ Franchini), Macrì, Basilico.

ALL.: Fausto Russo

ARBITRO: Capriuolo di Bari

Assistenti: Dell’Isola di Bari e Vitali di Salerno.

MARCATORI: 6’ Cogliati (C), 9’ Macrì (F), 22’ rig. e 32’ Musetti (C), 48’ aut. Fabriani (F), 55’ rig. Manfrellotti (F), 78′ Cogliati (C), 90′ Forgione (F).

Note: ammoniti Alessandro (C), Moriconi, Macrì (F). Presenti circa cinquecento spettatori di cui una quarantina da Fiuggi.

 

12^ GIORNATA

Avezzano-Montegiorgio 1-1, Campobasso-Fiuggi 4-4, Jesina-Real Giulianova 1-0, Notaresco-Cattolica 2-0, Pineto-Matelica 1-1, Sangiustese-Recanatese 1-1, Tolentino-Olympia Agnonese 1-2, Vastese-Porto S. Elpidio 1-1, Vastogirardi-Chieti 2-0.

CLASSIFICA: Notaresco 33, Recanatese 29, Montegiorgio 21, Pineto 20, Matelica e Vastogirardi 19, Olympia Agnonese 18, Porto S. Elpidio 17, Campobasso e Vastese 16, Fiuggi e Sangiustese 15, Real Giulianova 13, Avezzano 12, Chieti 11, Tolentino 10, Jesina 5, Cattolica 4.

Più informazioni su