Usura e riciclaggio, maxi operazione tra Lazio e Molise. Perquisizioni in corso a Campobasso

Perquisizioni in corso nel capoluogo molisano nell'ambito della vasta operazione di Polizia e Guardia di Finanza scattata all'alba di oggi, 28 ottobre, tra Frosinone, Pescara e Benevento, oltre che nella nostra regione. Sette persone arrestate, 31 gli indagati.

E’ scattato all’alba di oggi (28 ottobre) il blitz di Polizia e Guardia di Finanza, coordinati dalla Procura di Frosinone,  che hanno scoperto un’associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio, all’intestazione fittizia di beni ed alla commissione di reati tributari, oltre a usura ed estorsione.  Trentuno indagati, sette persone arrestate,  venticinque misure interdittive e sequestri per oltre 1,5, milioni di euro: questo il primo bilancio.

Perquisizioni sono in corso anche nel capoluogo molisano coinvolto nell’operazione assieme a diverse città del Centro Italia: Frosinone, Pescara e Benevento.

Dalle prime informazioni, il sodalizio criminale era attivo nel settore del riciclaggio, dell’intestazione fittizia di beni e dalla commissione di reati tributari oltre che dell’usura e dell’estorsione.

Le indagini hanno acceso i riflettori su un sofisticato sistema di riciclaggio di proventi illeciti posto in essere da un’associazione per delinquere radicata nella provincia di Frosinone ed operante su tutto il territorio nazionale.

Alle ore 11 si terrà una conferenza stampa presso la Sala Conferenze della Questura di Frosinone, durante la quale saranno illustrati i dettagli dell’operazione.

 

Seguono aggiornamenti

 

(foto archivio)